Mutui, prestiti e finanziamenti negati dalle banche - Operativa la task force dei prefetti

Il cliente "maltrattato" dalla banca reclama, il Prefetto risponde e invita la banca a fornire adeguate motivazioni anche in riferimento al merito creditizio di chi ha richiesto, e si è visto negare, il finanziamento.

Il meccanismo si attiva, in base all'istanza, di carattere riservato, inviata al Prefetto esclusivamente tramite e-mail all'indirizzo di posta elettronica certificata della prefettura territorialmente competente.

Questo il modulo da utilizzare:

Il Prefetto, una volta esaminata l'istanza, prenderà a sua volta carta e penna e scriverà all'istituto sul quale ha ricevuto la segnalazione e chiederà ufficialmente di  motivare il diniego all'accesso al credito per l'istante.

La risposta della banca contenente le proprie osservazioni, anche sugli eventuali rilievi formulati dal cliente o dal Prefetto dovrà essere trasmessa al Prefetto entro al massimo 30 giorni.

Chiunque sia il soggetto interessato i casi sui quali si può richiedere un intervento al Prefetto tutte le questioni aperte con le banche e i problemi ad avere credito, e in particolare: revoca totale o parziale delle linee di credito;

  1. diniego di un fido;
  2. peggioramento delle condizioni applicate a partire dai tassi;
  3. richiesta di nuove garanzie;
  4. richiesta di rientro immediato di una linea di credito a revoca.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutui, prestiti e finanziamenti negati dalle banche - operativa la task force dei prefetti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Ornella De Bellis 28 maggio 2012 at 16:25

    Dopo l'esperienza dell'Osservatorio sul credito, durata un anno e mezzo e chiusa a settembre del 2010, adesso, grazie al decreto liberalizzazioni, il prefetto potrà segnalare all'Arbitro bancario problematiche relative a operazioni e servizi bancari e finanziari.

1 4 5 6