I requisiti per ottenere i prestiti casalinghe

La necessità di acquisto di un'automobile, una spesa medica non prevista, il guasto di un elettrodomestico, tutti casi in cui si può avere un bisogno urgente di disporre di una somma supplementare di denaro, da ottenere attraverso la richiesta di un prestito per casalinghe.

I finanziamenti possono essere concessi sia nell'ipotesi che la casalinga svolga un lavoro part-time fuori di casa, sia quando non abbia nessun'altra occupazione.

Nel primo caso il prestito alle casalinghe è erogato come prestito a titolo personale, mentre il prestito senza busta paga necessita della presenza di un garante e della firma aggiunta di un familiare considerato credibile dal punto di vista finanziario.

Per ottenere un prestito per casalinghe, è indispensabile inoltre avere un profilo finanziario specchiato, cioè non essere stato un cattivo pagatore o peggio un pignorato o un protestato.

Generalmente l'importo finanziato è piuttosto contenuto non eccede comunque i 2-3 mila euro.

Ciò che distingue il prestito per casalinghe dalle altre tipologie di prestiti senza busta paga è la maggiore flessibilità del piano di ammortamento.

Per importi particolarmente ridotti il prestito per casalinghe può essere finanziato anche senza garante, attraverso una particolare carta di credito detta revolving.

A differenza di quanto avviene per le comuni carte di credito, le spese effettuate tramite questa carta non vengono liquidate interamente a fine mese ma rateizzate in somme mensili meno impegnative.

E' bene notare, però, che il costo del finanziamento tramite carta revolving (misurato dal TAEG) è molto più alto.

Come gli altri prestiti senza busta paga, i prestiti alle casalinghe non sono così scontati, non essendo contemplati da tutti gli istituti di credito.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca