Il termine prescrizionale della cartella esattoriale originata da multe decorre nel momento in cui il ruolo diviene esecutivo

Il ruolo per l'Ente creditore altro non è se non un elenco dei crediti che lo stesso vanta nei confronti dei contribuenti/debitori/trasgressori che non hanno tempestivamente provveduto al pagamento di quanto dovuto.

Questo elenco deve poi divenire esecutivo (mediante il visto) ed essere trasmesso ad un altro ente (l'agente concessionario per la riscossione) che provvede alla notifica della cartella esattoriale (che altro non è se non una ingiunzione di pagamento con avvertimento che in caso di mancato ottemperanza si procederà alla riscossione coattiva) ed alla esecuzione forzata sui beni del debitore (se esistono) per rifondere l'Erario (o il Comune) del mancato introito quanto ad imposte e sanzioni.

prescrizione - multe non pagate prescritte in due anni - chiarimenti
Orbene, il termine di due anni prescrizione di cui parla la nuova manovra fiscale attiene alle sole violazione del codice della strada e decorre dal momento in cui l'Ente creditore ( Il Comune ) invia il ruolo al concessionario per la riscossione. Quest’ultimo non può più come in passato tenere (quasi indefinitamente) presso di sé il ruolo e provvedere alla riscossione a distanza di diversi anni.

Dal 01.01.2008 se il Concessionario non provvede a portare a legale conoscenza (mediante notifica della cartella) del contribuente il proprio atto di riscossione (relativo alle “multe”) entro il termine di due anni decade dalla facoltà di procedere alla riscossione. Il contribuente pertanto qualora riceva dopo due anni ed un giorno dal momento della consegna del ruolo una cartella di pagamento può - in ultima analisi - impugnarla per far dichiarare estinto il proprio debito per intervenuta decadenza.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il termine prescrizionale della cartella esattoriale originata da multe decorre nel momento in cui il ruolo diviene esecutivo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Andrea 27 gennaio 2010 at 15:31

    Ho ricevuto un'ingiunzione fiscale per multe della polizia municipale.
    Mi sorgono un paio di dubbi riguardo la legittimità:
    1)può essere che 3 delle multe del 2005 per 174 € passino a 503.64 senza una comunicazione precedente di messa in mora ricevendo solo l'ingiunzione fiscale al 22/01/2010?
    2) la legge non stabilisce che l'importo a ruolo per le multe sotto i 1000€ é di 30€?
    3) può una società privata (una spa) inviare per conto di un'amministrazione atti giudiziari e nello specifico ingiunzioni fiscali? possono le ingiunzioni essere spedite a mezzo posta nel caso di comuni limitrofi a quello di emissione?
    4) possono in un'ingiunzione fiscale minacciarmi fermi amministrativi o ipoteche se non mi é mai arrivato un sollecito dal 2005 o qualcosa che provasse la messa in mora?
    Grazie mille.

    1 3 4 5