Prescrizione e decadenza dei rimborsi fiscali

Come richiedere un rimborso fiscale

Il contribuente che ha versato imposte in misura maggiore a quelle effettivamente dovute ha diritto ad essere rimborsato. A seconda dei casi, i rimborsi possono essere richiesti: con la dichiarazione dei redditi; con apposita istanza dal contribuente. Insieme alla somma da rimborsare l'ufficio calcola anche gli interessi nella misura [ ... leggi tutto » ]

RIMBORSI RISULTANTI DALLE DICHIARAZIONI (MODELLO UNICO)

Quando dalla dichiarazione dei redditi risulta un credito e nella compilazione del quadro RX del modello Unico il contribuente ha indicato di voler avere il rimborso (la scelta alternativa sarebbe quella del riporto del credito all'anno successivo o la compensazione del credito con altri tributi da versare), l'Agenzia delle [ ... leggi tutto » ]

RIMBORSI ESEGUITI SU RICHIESTA

Per tutte le altre ipotesi di versamenti non dovuti o eseguiti in eccesso rispetto a quanto dovuto è necessaria, di regola, una domanda del contribuente, che deve essere presentata, a pena di decadenza, entro un determinato termine dal versamento. L'istanza di rimborso deve essere presentata, in carta semplice, all'ufficio dell'Agenzia [ ... leggi tutto » ]

COME SONO EROGATI I RIMBORSI

L'Agenzia delle Entrate, una volta riconosciuto il diritto al rimborso, lo eroga secondo diverse modalità in base alle preferenze espresse dal contribuente e all'importo da pagare. ACCREDITO SU CONTO CORRENTE Se il contribuente ha fornito all'Agenzia delle Entrate le coordinate del suo conto corrente bancario o postale, il rimborso, [ ... leggi tutto » ]

INFORMAZIONI SUI RIMBORSI

Si possono avere notizie sui rimborsi di imposte risultanti dalle dichiarazioni: via internet attraverso il servizio “Cassetto fiscale”:  chi possiede il codice Pin può consultare i dati dei rimborsi già predisposti per il pagamento direttamente dal proprio “cassetto fiscale”, disponibile sul sito dei servizi telematici dell'Agenzia; per telefono, al [ ... leggi tutto » ]

Recupero di rimborsi non dovuti - termini di decadenza

Qualora sia stato disposto il rimborso di somme che risultano non dovute, l’ufficio dell'Agenzia delle entrate provvede a recuperare le somme erroneamente rimborsate e gli interessi eventualmente corrisposti mediante iscrizione a ruolo. La cartella di pagamento deve essere notificata, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo [ ... leggi tutto » ]