Competenza alla adozione del provvedimento

A decorrere dal 7 settembre 2009 la competenza alla adozione ed alla successiva gestione del provvedimento di sospensione è attribuita secondo i seguenti livelli territoriali (msg. 19995/2009):

  • competenza dei Direttori Provinciali: fino a € 50.000,00;
  • competenza dei Direttori regionali: da € 50.001,00, a € 100.000,00;
  • competenza della Direzione Centrale Entrate: oltre € 100.001,00;

Ai fini del calcolo del valore per definire la competenza, si precisa che si deve fare riferimento alla sommatoria dei contributi e delle relative sanzioni di tutte le cartelle di pagamento da sospendere in favore del contribuente, ovvero alla sommatoria delle diverse partite da sospendere qualora la/e cartella/e sia da sospendere parzialmente.

Nel caso in cui il contribuente inoltri presso una Direzione Provinciale una istanza diretta ad ottenere un provvedimento di sospensione superiore a € 50.000,00, per crediti relativi a più sedi Provinciali operanti in diverse regioni, la competenza viene assegnata alla Direzione Regionale presso la quale l'istanza è stata presentata.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su competenza alla adozione del provvedimento. Clicca qui.

Stai leggendo Competenza alla adozione del provvedimento Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 17 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria cartella esattoriale - prescrizione e decadenza Inserito nella sezione prescrizione dei debiti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info