Portabilità del mutuo – risarcimento al mutuatario per ritardi oltre i 30 giorni [Commento 9]

  • melissa de rosa 19 settembre 2009 at 09:15

    Surroga o portabilità del mutuo - Introdotte nuove misure sanzionatorie per gli istituti recalcitranti

    Non sembra ingranare la surroga che nonostante le liberalizzazioni Bersani stenta a decollare.

    Stando alle rilevazioni Abi, infatti, nel periodo tra il 1° giugno 2008 e il 31 luglio 2009 sono stati stipulati 36mila operazioni di trasferimento del mutuo, in media poco più di uno per ciascuno dei 34mila sportelli esistenti.

    Le rinegoziazioni invece hanno tenuto un buon passo, superando di poco quota 200mila, oltre 470 al giorno. Complessivamente le operazioni hanno riguardato mutui per un controvalore di 23,6 miliardi, di cui solo 3,6 attribuibili alle surroghe.

    La Banca d'Italia ha quantificato il fenomeno delineando un'incidenza dell'8% per complessivi 4,5 miliardi. Mentre le sostituzioni sono risultate particolarmente numerose, pari al 7,5% dello stock complessivo dei mutui che, a fine anno, era di 240 miliardi, una differenza che ha indotto il Governo a "oliare" il meccanismo.

    L'articolo 2 della manovra d'estate, ha infatti introdotto una penale per le banche che ostacolano la trasferibilità dei mutui pari all'1% del valore del mutuo stesso per ciascun mese o frazione di mese di ritardo. In altre parole, se la "rottamazione" del vecchio mutuo non si perfeziona in 30 giorni, la banca cedente sarà ritenuta responsabile del mancato completamento delle procedure, fatto salvo il diritto di «rivalersi sulla banca cessionaria nel caso il ritardo sia dovuto a quest'ultima».

    La portabilità a costo zero introdotta dall'allora ministro Bersani non è infatti mai decollata, basti pensare alle multe inflitti dall'Antitrust durante il 2008: 10 milioni di euro a 23 istituti bancari colpevoli di aver messo in atto «pratiche commerciali scorrette» nell'ambito della portabilità dei finanziamenti per la casa.

    La surroga in tappe

    Processo che consente al debitore di sostituire il creditore iniziale, senza necessità di consenso di quest'ultimo, previo il pagamento del debito, la surrogazione del mutuo dovrebbe realizzare la portabilità senza costi aggiuntivi già a partire dal 2007, anno di entrata in vigore della legge Bersani.

    Ipoteca

    La surrogazione non cancella l'ipoteca. Nel caso di trasferimento del mutuo non è necessaria la cancellazione della vecchia garanzia e l'attivazione di una nuova. La banca che subentra paga il debito residuo e il debitore rimborsa il mutuo alle nuove condizioni

    Gli effetti

    La surroga consente di cambiare il tipo di tasso - fisso, variabile o misto - scelto all'atto della stipula del mutuo, oppure di alleggerire il peso degli interessi, riducendo così il costo del debito. Oppure ancora di allungare la durata per consentire di ridurre l'importo delle rate

    Multe

    Il Dl 78/09, così come modificato dalla legge 102/09, ha di fatto aggiornato le disposizioni sanzionatorie. A partire dal 5 agosto scorso, data di entrata in vigore della disposizione, è previsto l'obbligo per la banca surrogata di risarcire il cliente in caso di ritardato perfezionamento della surrogazione richiesta

    Risarcimenti

    In particolare, la banca cedente è obbligata a risarcire il cliente in misura pari all'1% del valore del mutuo per ciascun mese nel perfezionamento della surrogazione del mutuo, qualora questa non sia avvenuto entro 30 giorni dalla data della richiesta.

1 7 8 9 10 11 14

Torna all'articolo