Polizza Assicurativa Online - I pro e i contro

E già. Aumenta continuamente il numero di compagnie di assicurazione che permettono di stipulare una polizza assicurativa online.

Si tratta di una modalità che dà l'evidente vantaggio di risparmiare tempo, visto che con pochi click è possibile concludere l'operazione.

Inoltre, stipulando una polizza su internet si riesce spesso a ottenere prezzi più favorevoli rispetto alle assicurazioni tradizionali, visto che le compagnie che operano in questo modo hanno costi di gestione notevolmente più bassi rispetto a quelle tradizionali.

Ma non è tutto oro quel che luccica.

Sottoscrivere una polizza economica, infatti, non è sempre conveniente come sembra.

Chi crede di risparmiare sulla polizza auto, scegliendo una compagnia economica, forse non sa che da qualche anno a questa parte, il risarcimento al danneggiato non lo paga più la compagnia di controparte, ma quella propria.

Con la conseguenza che se quest’ultima è insolvente, irreperibile, ritardataria o evasiva chi rimane fregato è lo stesso assicurato.

Dal 2007 è infatti in vigore una convenzione chiamata indennizzo diretto , quella di cui le hanno parlato nel forum.

L'indennizzo diretto è un nuovo metodo di risarcimento assicurativo, che prevede che in caso di sinistro stradale sia la stessa assicurazione del danneggiato a rimborsare i danni subiti dal proprio assicurato, sia nel caso di totale ragione che in quello di parziale ragione.

La richiesta di indennizzo dei danni, infatti, viene avanzata direttamente dal danneggiato, che si ritiene totalmente dalla parte della ragione oppure responsabile solo in parte del sinistro, alla propria compagnia assicurativa.

Comunque, secondo quanto stabilito dal'IVASS, il risarcimento diretto può essere applicato solo nei seguenti casi:

  • le parti coinvolte devono essere identificate per mezzo del modulo blu di constatazione amichevole d'incidente (C.A.I.);
  • l'incidente deve aver coinvolto solo due veicoli a motore;
  • i veicoli devono essere stati immatricolati in Italia o nella Repubblica di san Marino o nello Stato del Vaticano (ovvero devono avere una targa italiana);
  • i conducenti devono avere sottoscritto una polizza RCA con una delle assicurazioni autorizzate a praticare in Italia o con una compagnia straniera che abbia aderito alla procedura di risarcimento diretto;
  • danni fisici riportati dal conducente devono essere di lieve entità (fino al 9% di invalidità permanente).

Nei casi non indennizzabili secondo il risarcimento diretto, l'assicurato deve richiedere il pagamento dei danni alla compagnia assicuratrice della controparte.

Ne conviene che è estremamente importante scegliere la propria compagnia.

Sottoscrivere una polizza online non vuol dire soltanto minor esborso economico, ma anche non avere un'agenzia di riferimento.

Se si vuole solo risparmiare, allora potrebbe essere la scelta giusta.

Sapendo, però che, in caso di incidente stradale, ci potrebbe essere il rischio di non ottenere tutti i soldi necessari a riparare la propria vettura.

Se si vuole un'attenzione costante e si preferisce avere, invece, se non la sicurezza, almeno una buona possibilità di risarcimento, è sempre meglio affidarsi a una compagnia assicurativa che lavora tramite agenzie.

Un agenzia garantisce, di solito, personale pronto ad assistere per qualsiasi necessità.

Inoltre, permette di avere un contatto diretto con altri individui, mentre contraendo una polizza online, è possibile dialogare con l'assicuratore solo con email o telefonicamente.

In conclusione, questi sono i pro e i contro, perciò, a lei la scelta.

11 marzo 2013 · Marzia Ciunfrini

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su polizza assicurativa online - i pro e i contro.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.