Pignoramento grazie all'accesso all'Anagrafe dei Rapporti Finanziari ed ai registri immobiliari

Con le recenti nuove norme, ufficiale giudiziario e creditore hanno libero accesso all'Anagrafe dei Rapporti Finanziari ed ai registri immobiliari.

Grazie all'accesso all'anagrafe dei rapporti finanziari, il creditore potrà sapere quanti conti correnti, e presso quali istituti, possiede il debitore.

Non solo. Il creditore potrà conoscere l'ammontare e ogni movimentazione "sospetta" da sottoporre eventualmente a revocatoria: si pensi alla chiusura del conto con spostamento delle somme su un altro rapporto intestato a un parente.

Risultato: i creditori non avranno più bisogno di incaricare le agenzie investigative, poiché potranno chiedere la consultazione dell'anagrafe direttamente all'ufficiale giudiziario.

Il creditore potrà altresì effettuare una visura immobiliare per verificare se il debitore è titolare di immobili o quote di immobili.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento grazie all'accesso all'anagrafe dei rapporti finanziari ed ai registri immobiliari.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.