Pignoramento di uno stipendio già decurtato

Fra non molto mi vedrò notificare citazione del tribunale per eventuale pignoramento dello stipendio. Adesso ne percepisco uno già decurtato, impegnato per i prossimi 10 anni.Visto che ho 44 anni, presumo che non riuscirò ad estinguere fino alla pensione tutti i miei debiti.

Potete dirmi che accadrà alla liquidazione? Ci sarà un ulteriore Pignoramento TFR?

Si rifaranno sempre del quinto, ogni mese o su tutta la liquidazione?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento di uno stipendio già decurtato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Lucia Alessia 28 ottobre 2013 at 14:49

    La ringrazio. È stata preziosissima. Domani mi muovo. Non ho ricevuto alcun sollecito finora. Ma voglio fare tutto per bene. Dopo una settimana dalla variazione anagrafica informerò i creditori e da quando i miei avranno in mano il mio nuovo certif residenza, (solo per loro tranquillità) respingeranno tutte le raccomandate con la motivazione che mi sono trasferita. Noncapisco però, perché attendere prudenzialmente i 30 gg. Cosa potrebbero contestarmi ?

    • Ornella De Bellis 28 ottobre 2013 at 14:55

      Che la notifica è valida, cincischiando sulla data di avvenuta variazione. E' vero che il diritto è dalla sua, ma meglio evitare, quando è possibile, di essere tirata per i capelli in dispute da azzeccagarbugli. I creditori hanno sempre avvocati dalla loro parte, spesso a stipendio. Lei?

      Le aule dei tribunali traboccano di contenzioso sulla validità della notifica successiva ad un cambio di residenza.

    1 5 6 7