Che mezzi ci sono per far intendere al giudice che ha firmato l'ingiunzione che il debitore non ha nulla e quello che rimane dello stipendio non basta neanche per una marca da bollo per rispondergli

  • armonico 14 settembre 2012 at 15:48

    che mezzi ci sono per far intendere al giudice che ha firmato l'ingiunzione che il debitore non ha nulla e quello che rimane dello stipendio non basta neanche per una marca da bollo per rispondergli .(ma la legge e uguale per tutti)

    • Annapaola Ferri 14 settembre 2012 at 16:55

      Non c'è modo. Semplicemente per il fatto che il giudice deve applicare la legge. E la legge dice che se la pretesa del creditore è fondata, il giudice deve autorizzare il pignoramento del 20% dello stipendio alla fonte, se c'è capienza (e la capienza è influenzata solo da precedenti cessioni del quinto e/o da pignoramenti già in corso). Se il giudice non procedesse, perchè magari sensibilizzato dalla situazione di disagio del debitore, il creditore lo inviterebbe dapprima a fare il generoso rimborsando il credito e poi, lo denuncerebbe per non aver applicato quanto previsto dalle norme che regolano la pignorabilità dello stipendio del debitore.

Torna all'articolo

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info