Pignoramento presso terzi » ecco cosa cambia con la riforma della giustizia

Con la riforma della giustizia, sono state attuate nuove disposizioni relative al pignoramento presso terzi: ecco cosa cambia in materia di foro competente e dichiarazione del terzo.

Come accennato nell'incipit, grazie alla riforma giustizia, sono state modificate le norme relative al pignoramento presso terzi e, più precisamente, quelle riferite alla competenza territoriale, e alla dichiarazione del terzo.

Vediamo cosa è cambiato.

Nell'ambito dell'espropriazione forzata dei crediti, d'ora in poi, si prevede la regola generale secondo cui il giudice competente è quello del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.

Va precisato, tuttavia che quando il debitore è una pubblica amministrazione che ha una controversia con un proprio dipendente, il giudice competente è quello in cui il terzo debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede, salvo quanto disposto dalle leggi speciali.

Tale norma si applica decorsi 30 giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione.

Per quanto riguarda, invece, la dichiarazione del terzo, la stessa non può più essere fatta in udienza, in quanto il terzo non viene più invitato a comparire in Tribunale. Questa deve pertanto essere inviata al creditore procedente esclusivamente tramite raccomandata o PEC.

Se il creditore, nel corso del procedimento, dichiara di non aver ricevuto la dichiarazione del terzo, il giudice fissa con ordinanza una udienza successiva.

L'ordinanza è notificata al terzo almeno 10 giorni prima della nuova udienza.

Se il terzo non compare o, pur comparendo, non rende la dichiarazione, il credito pignorato o il possesso del bene s’intende non contestato nei termini indicati dal creditore nell'atto di pignoramento, ai fini del procedimento in corso e dell'esecuzione forzata fondata sul provvedimento di assegnazione.

Il giudice procede quindi all'assegnazione o alla vendita del bene.

26 settembre 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento presso terzi » ecco cosa cambia con la riforma della giustizia. Clicca qui.

Stai leggendo Pignoramento presso terzi » ecco cosa cambia con la riforma della giustizia Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 26 settembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria pignoramento presso terzi - le varie tipologie Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca