Il contratto di comodato non evita pignoramento presso residenza debitore

Valenza giuridica di un contratto di comodato in occasione del pignoramento presso la residenza del debitore

In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero [ ... leggi tutto » ]

L'ufficiale giudiziario deve attenersi a presumere la proprietà dei beni in capo al debitore

Il dato normativo che emerge impone, innanzitutto, di ricordare che l'ufficiale giudiziario, in occasione dell'accesso alla casa del debitore ed agli altri luoghi di sua appartenenza, ha il dovere dì astenersi dal pignorare l beni indicati dall'articolo 514 del codice di procedura civile come assolutamente impignorabili, il che vuol [ ... leggi tutto » ]

Pignoramento presso la residenza del debitore e contratto di comodato registrato in data anteriore - Conclusioni

In tema di espropriazione mobiliare presso il debItore, l'articolo 513 del codice di procedura civile pone una presunzione di appartenenza al debitore dei beni che si trovano nella casa del debitore e negli altri luoghi a lui appartenenti. L'attività svolta dall'ufficiale giudiziario in sede di pignoramento mobiliare é meramente [ ... leggi tutto » ]