Le novità sul pignoramento introdotte dalla Riforma della Giustizia

Tutto ciò che è cambiato con la riforma della giustizia in materia di pignoramento

Con la riforma della giustizia, in vigore dall'8 dicembre 2014, sono state modificate numerose norme sul pignoramento. Come accennato nell'incipit, con la riforma giustizia, sono state attuate nuove disposizioni relative al pignoramento: tra procedura, iscrizione a ruolo e pignoramento presso terzi, la materia è stata radicalmente innovata. Da non [ ... leggi tutto » ]

L'iscrizione a ruolo del pignoramento dopo la riforma della giustizia

Con la riforma della giustizia è stata modificata la procedura dell'iscrizione a ruolo del pignoramento. Dall'11 dicembre 2014, data di entrata in vigore della Riforma della Giustizia, anche il pignoramento dovrà essere iscritto a ruolo, a pena di inefficacia. Con la vecchia procedura l’ufficiale giudiziario, dopo massimo 24 ore [ ... leggi tutto » ]

Il Pignoramento presso terzi dopo la riforma della giustizia

Con la riforma della giustizia è stata modificata la procedura del pignoramento presso terzi. Per quanto riguarda il pignoramento prezzo terzi, ovvero di stipendi, pensioni, conti correnti, ecc, cambia l’udienza di assegnazione delle somme. In parole povere, il terzo presso cui è pignorato il credito, tenuto a fornire al [ ... leggi tutto » ]

Il pignoramento degli autoveicoli dopo la riforma della giustizia

Cosa cambia, con la riforma della giustizia, nell'ambito del pignoramento di auto, moto e rimorchi. Per il pignoramento degli autoveicoli si attuerà una nuova modalità: la prassi sarà molto simile alla forma di pignoramento previsto per gli immobili. Il procedimento, naturalmente, comincia con la notifica, al debitore, attraverso l’ufficiale [ ... leggi tutto » ]

Il processo telematico per il pignoramento dopo la riforma della giustizia

La riforma della giustizia introduce la ricerca con modalità telematiche dei beni da sottoporre a pignoramento, strumento che potrebbe rivelarsi particolarmente utile per soddisfare le pretese, spesso deluse, dei creditori. Con le modifiche normative, il creditore che intende procedere ad esecuzione forzata, può proporre istanza al presidente del tribunale [ ... leggi tutto » ]