Il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai equitalia avvia

L'unico pericolo derivante dal trasferire la residenza a casa della Sua compagna, potrebbe derivare da un eventuale pignoramento mobiliare da parte di Equitalia che andrebbero a colpire indiscriminatamente i beni presenti alla residenza dei quali non si possa dimostrare la proprietà di terzi. E' da dire però:
a) il pignoramento mobiliare è poco praticato da Equitalia;
b) è possibile, in via precauzionale, che la Sua compagna Le faccia un contratto di comodato d'uso gratuito dell'appartamento e dei beni in esso contenuti: tale contratto - debitamente registrato presso l'ufficio del registro - la tutelerebbe nell'eventualità di un pignoramento mobiliare, potendo dimostrare la proprietà di terzi dei beni.

Pertanto, tenuto conto di quanto sopra, può trasferire tranquillamente la residenza.

2 novembre 2012 · Lilla De Angelis

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai equitalia avvia. Clicca qui.

Stai leggendo Il pignoramento presso la residenza del debitore è una procedura che quasi mai equitalia avvia Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 2 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info