Pignoramento mobili e cambio di residenza

Pignoramento mobili e cambio di residenza

Dopo l'atto di precetto può essere che l'ufficiale giudiziario si rechi presso la mia residenza, casa di mia moglie per pignoramento mobiliare?

Se nel frattempo porto la residenza da un amico o dal suocero e stipulassi un contratto d'uso in comodato di camera e cucina, come si comporterà l'ufficiale giudiziario?

Voglio chiarire che una volta che la banca creditrice si convincerà che non ho nulla, con l'aiuto dei fratelli vorrei fare un'offerta saldo stralcio del 15% su centomila.

Il pignoramento non deve essere necessariamente effettuato presso la residenza anagrafica del debitore

Il pignoramento non deve essere necessariamente effettuato presso la residenza anagrafica del debitore. Se il creditore ritiene, avendone giustificato motivo, che il debitore "viva" abitualmente altrove, può indirizzare l'ufficiale giudiziario a pignorare presso la sua "abitazione principale", ad esempio.

Scritto questo, aggiungo che raramente le banche procedono a pignorare mobili e suppellettili. E che, anche se una banca decidesse, per oscuri motivi, di operare in tal senso, il pignoramento avverrebbe, nel 99% dei casi secondo mia esperienza, presso la residenza anagrafica del debitore.

11 settembre 2012 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento mobili e cambio di residenza.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.