Pignoramento immobiliare dichiarato inefficace

Diversi anni fa ho sottoscritto un mutuo ipotecario le cui rate, nel corso degli anni, sono state pagate fino ad un certo punto.

Di conseguenza mi è stato notificato il pignoramento dell'immobile circa 1 anno e 1/2 fa al quale non sono riuscito (nel senso che non sono stato capace) ad opporre alcunché.

La settimana scorsa mi è stato notificata dall'U.G. una sentenza del Tribunale - ufficio delle esecuzioni immobiliari - in cui il giudice - vi riporto testuali parole - considerato che l'istanza di vendita non è stata depositata entro il prescritto termine e che neanchè è stata depositata la documentazione di cui all'articolo 567 comma 2 codice di procedura civile; letto l'articolo 567 comma 3 codice di procedura civile dichiara l'inefficacia del pignoramento immobiliare e l'estinzione del processo esecutivo intrapreso dalla società XXXXX nei confronti di XXXXXX (che sarei io) - continuando - Non essendo stata depositata la nota di trascrizione del pignoramento, non può porvvedersi alla stato ad ordinare la cancellazione della trascrizione dello stesso.

Secondo il Vostro parere ci sono margini in cui posso agire per tirarmi fuori da questa situazione alla luce della sentenza di cui sopra? In poche parole, quale sarebbe la cosa migliore da fare?

Poi, solo per curiosità, tali tipi di sentenze sono frequenti nell'ambito della giurisprudenza italiana? Mi sembra strano che un grosso e affermato gruppo immobiliare faccia trascorrere i termini previsti dal 567 cpc.

P

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pignoramento immobiliare dichiarato inefficace.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.