Pignoramento indennità di disoccupazione e assegno sociale

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Il minimo vitale nel pignoramento dell'indennità di disoccupazione

Il credito che il lavoratore vanta nei riguardi dell'INPS, riguardo le prestazione a cui egli ha diritto nell'ambito dell'assicurazione per la disoccupazione involontaria, è assoggettabile alle norme che regolano il pignoramento di stipendi e pensioni per lavoratori dipendenti. L'indennità di disoccupazione, infatti, ha natura previdenziale e come tale si [ ... leggi tutto » ]

Il minimo vitale

Sarebbe allora necessario individuare la parte dell'indennità di disoccupazione che serve ad assicurare al soggetto che ne fruisce i mezzi sufficienti a coprire i fabbisogni elementari legati alle esigenze di vita. Al riguardo la Corte costituzionale ha affermato che rientra nella discrezionalità del legislatore l'individuazione della parte di pensione [ ... leggi tutto » ]

Impignorabilità dell'assegno sociale

Gli importi erogati dall'INPS a titolo di assegno sociale non sono pignorabili in ragione del loro carattere assistenziale. L’assegno sociale (o pensione sociale) è una prestazione riconosciuta ai cittadini che si trovano in condizioni economiche disagiate, con un un reddito basso o pari a zero. La giurisprudenza di legittimità è [ ... leggi tutto » ]