Prestiti personali e pignoramento in arrivo

Mi sono trovato recentemente a non poter più far fronte a una serie di debiti, prestiti personali, contratti unitamente a mia moglie.

L'importo totale dovuto, sommando i vari prestiti, si aggira sui 60.000 euro, ho sempre pagato regolarmente ma purtroppo per spese impreviste e improvvise, non riusciamo più a pagare da circa due mesi, salvo il prestito contratto con la banca e un prestito ricevuto dall'azienda per cui lavoriamo.

Non potendo più pagare l'affitto, abbiamo ricevuto lo sfratto esecutivo, attualmente siamo ospiti presso la casa della madre di mia moglie,in attesa di firmare il contratto per un'appartamento in affitto ammobigliato.

Oltre alla sicura cessione del quinto per me e mia mia moglie, non abbiamo beni immobili e mobili, le auto di nostro possesso sono state vendute con regolare atto di vendita a una associazione di volontariato.

Nel caso di richiesta di pignoramento, premesso che attualmente, non sono a conoscenza di tale richiesta, l'atto di vendita delle auto può essere invalidato?

L'associazione, per la quale io rivesto una carica funzionale, non in quella a cui è stata venduta l'auto, può essere chiamata a rispondere in solido?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prestiti personali e pignoramento in arrivo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.