Pignoramento immobiliare dopo trasferimento di residenza del debitore » Ecco quando non è più possibile [Commento 2]

  • Iriana Zaniboni 28 novembre 2015 at 20:48

    Il mio diritto di proprietà é scritto sull'atto notarile con cui ho donato la casa a mia figlia, quindi dovrei essere tranquilla. A volte mia figlia mi minaccia di prendere lei il possesso della casa perché nei mesi invernali, per evitare le spese di riscaldamento, vado in Tunisia....c'é questo rischio?

    Siccome non andiamo d'accordo e lei, pur se disoccupata, ha già 37 anni potrei essere comunque obbligata dal Giudice ad abitarci insieme a lei? Mia figlia dice che il diritto di abitazione, a differenza dell'usufrutto mi permette di abitarci, ma non in esclusiva (cioé anche lei può avanzare il diritto di coabitare).

    • Ornella De Bellis 29 novembre 2015 at 05:52

      A meno che nell'atto notarile di costituzione non sia pattuito diversamente, il proprietario dell'immobile non può esigere la coabitazione con il soggetto che detiene il diritto di abitazione, contro la volontà di quest'ultimo; tuttavia sua figlia, non essendo economicamente autosufficiente, può invocare il proprio diritto al mantenimento da parte della madre.

1 2

Torna all'articolo