Il Procedimento esecutivo » Una mini guida utile al debitore

Le fasi in cui si articola il procedimento esecutivo

Preambolo Obiettivo dell'articolo è descrivere in modo chiaro, semplice e lineare le fasi in cui si articola il procedimento esecutivo, anche se il consiglio, visto la complessità della materia, è quello, per chi viene colpito da un atto di pignoramento, di rivolgersi, sin dalle prime fasi, ad un buon [ ... leggi tutto » ]

Il titolo esecutivo

Possiamo definire il titolo esecutivo come condizione necessaria e sufficiente per esercitare l’azione esecutiva. Più precisamente condizione sufficiente perché basta essere in possesso di un titolo tra quelli individuati dal codice di rito per iniziare ad avvalersi del procedimento esecutivo previsto dalla legge, mentre è condizione necessaria perché se [ ... leggi tutto » ]

Il creditore attiva la procedura di escussione coattiva

Il creditore, dunque, quando è in possesso di un titolo esecutivo può servirsene, attivando una procedura di esecuzione forzata. Ciò è possibile solo dopo che il titolo sia stato munito di formula esecutiva ex articolo 475 codice di procedura civile Si dice che il titolo viene spedito in forma [ ... leggi tutto » ]

Le fasi del procedimento esecutivo

Più precisamente detto procedimento si articola in tre fasi: il pignoramento, atto con il quale i beni sottratti alla libera disponibilità del debitore vengono sottoposti al potere dell'ufficio esecutivo; la liquidazione dell'attivo, suddetti beni vengono trasformati in somma di denaro; la distribuzione di quanto ricavato ai creditori. E’ bene [ ... leggi tutto » ]

Il pignoramento

Il pignoramento è, dunque, il primo atto del processo espropriativo e consiste in un’ingiunzione che l’ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito esattamente indicato i beni che si assoggettano all’espropriazione e i frutti di essi. Quanto alla forma viene [ ... leggi tutto » ]

Vendita del bene o assegnazione del bene al creditore

Tale finalità si realizza di solito con la vendita forzata anche se è possibile, con le dovute cautele, che il bene sia assegnato direttamente al creditore a soddisfazione delle sue pretese. I creditori non possono proporre l’istanza di vendita se prima non sono trascorsi dieci giorni dal pignoramento. La [ ... leggi tutto » ]

Distribuzione del ricavato dalla conversione del pignoramento o dalla vendita del bene pignorato

Conclusasi la fase della conversione ci si addentra nella terza fase: la distribuzione del ricavato tra i creditori. A tal fine occorre tener conto dell'ordine nel quale i vari crediti debbono essere pagati. I criteri previsti sono i seguenti: le spese processuali hanno la priorità assoluta; vanno poi soddisfatti [ ... leggi tutto » ]