Le pensioni e gli stipendi possono subire pignoramento solo per un quinto

Come dice qualcuno, "a pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina": molti ritengono di aver individuato la ragione per la quale i tecnici del governo Monti hanno preteso che le pensioni e gli stipendi fossero obbligatoriamente canalizzati nei conti correnti.

Le pensioni e gli stipendi possono subire pignoramento solo per un quinto, e a volte, per decisione del giudice, anche con quote inferiori, nel caso di debiti con privati, finanziarie o banche.

Quando il creditore è la Pubblica Amministrazione (crediti speciali) lo stipendio o la pensione del debitore potranno un prelievo mensile nella misura di:

  •  1/10 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore sia minore o uguale a 2.500 euro
  •  1/7 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore sia superiore a 2.500 fino a 5.000 euro
  •  1/5 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore vada oltre i 5.000 euro.

L'ente di riscossione, di concerto con l'esecutivo, ha escogitato il sistema per aggirare la legge: infatti, come lei scrive, i conti correnti si possono pignorare per intero e in tutta legalità.

Per rimediare occorre far transitare subito l'accredito di stipendio o pensione su un conto corrente intestato a terzi. Oppure, versare lo stipendio o la pensione su un conto corrente tenuto esclusivamente per l'accredito delle retribuzioni e dei ratei di pensione e, nel caso di pignoramento del conto corrente, ricorrere al giudice delle esecuzioni per far rilevare il doppio pignoramento.

9 ottobre 2012 · Genny Manfredi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca