Rischio un pignoramento per aver smesso di versare l'IVA?

Sono un libero professionista che lavora nel settore dello spettacolo: nell'anno 2007 ho avuto un grave problema di salute e, nello stesso periodo, mi sono separato dalla mia ex compagna, con la quale ho una figlia di 7 anni.

Ho anche un'altra figlia di 14 anni, nata da una precedente relazione. Per entrambe le bambine, verso 2000 euro al mese (1000 euro a figlia), cifra stabilita in accordo con le rispettive madri - con le quali non sono mai stato sposato! - e senza ricorrere al giudice (non esiste, perciò, alcuna sentenza al riguardo).

Non riuscendo più a realizzare il volume di attività precedente al problema di salute e non volendo decurtare gli alimenti delle figlie, mi sono visto costretto a smettere sia di versare l'iva che di pagare le tasse dall'anno 2007 in poi. Mi ritrovo con un debito con Equitalia di circa 500.000 euro (a fronte di circa 120.000 euro non versati!!!).

Non possiedo nulla, né case, né veicoli. La macchina e la moto che erano di mia proprietà le ho cedute alla donna che ho sposato un anno fa, in regime di separazione dei beni.

Da quest'anno ho ricominciato a pagare le tasse e vorrei sistemare la mia pendenza con l'Agenzia delle Entrate, ma non possiedo neanche un decimo della cifra che mi viene richiesta e non ho alcuna possibilità di procurarmela. Le mie domande sono due:
1) Cosa possono farmi?
2) Mia moglie che, al contrario di me, è proprietaria di due piccoli appartamenti che i suoi genitori le hanno lasciato in eredità, può avere dei problemi di pignoramento?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rischio un pignoramento per aver smesso di versare l'iva?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.