Il conto corrente serve esclusivamente al deposito degli emolumenti

Purtroppo, con l'introduzione dell'obbligo normativo che impone di accreditare le pensioni superiori a mille euro in un conto corrente, il creditore può arrivare a pignorare ben oltre il limite di un quinto perché, secondo la giurisprudenza, una volta che le somme sono depositate in banca, confondendosi con gli altri risparmi e ricavi, possono essere pignorate al 100%.

Lo stesso discorso vale per gli stipendi, che ormai vanno pagati quasi sempre con strumenti tracciabili e, quindi, di norma con accredito sul conto corrente.

Per evitare, allora, Equitalia (in questo caso) blocchi tutto lo stipendio non solo il quinto, si deve evitare di movimentare il conto corrente con versamenti diversi da quelli della pensione o dello stipendio.

Infatti si può impedire che Equitalia pignori tutto il conto corrente del pensionato o del dipendente qualora questi riesca a dimostrare al giudice che, all'attivo del conto, vi confluiscono solo la pensione o lo stipendio.

In questo caso, è possibile far applicare la regola generale in base alla quale la pensione o lo stipendio non possono essere pignorati fino al minimo vitale (525,89 euro) e, per la residua parte, solo nei limiti di un quinto.

29 settembre 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca