Il pignoramento del conto corrente del debitore su cui affluiscono la pensione o lo stipendio in parole semplici

In pratica, le somme dovute a titolo di stipendio o pensione, nel caso di accredito su conto bancario o postale intestato al debitore, possono essere pignorate (a causa di crediti non rimborsati di natura ordinaria o alimentare) per l'importo eccedente il triplo dell'assegno sociale quando l'accredito ha luogo in data anteriore al pignoramento.

Ricordiamo, per inciso, che l'assegno sociale è una prestazione assistenziale, cioè una prestazione economica che non si basa, come le altre pensioni, sui contributi versati. Si tratta, quindi, di una provvidenza economica pensata per i soggetti anziani a basso reddito: quel che qui conta è che l'importo dell'assegno sociale vene determinato annualmente in relazione all'aumento percentuale delle pensioni di anzianità e vecchiaia, fissato con decreto ministeriale.

Se, alla data in cui si scrive, supponiamo l'importo mensile dell'assegno sociale equivalente a circa 500 euro, si tratta di circa 1500 euro che devono essere lasciati necessariamente a disposizione del debitore al quale è stato pignorato il conto corrente.

Qualora, invece, l'accredito abbia luogo in coincidenza alla data del pignoramento o successivamente (in sostanza fra la data di notifica al terzo pignorato - la banca, o Poste Italiane - e quella in cui viene bloccato il conto corrente) il creditore può pignorare l'intera giacenza, ma deve lasciare intatta la somma accreditata, sulla quale potrà intervenire solo attraverso il pignoramento presso il datore di lavoro o l'INPS (a seconda che si tratti di stipendio o pensione) con i limiti imposti dal Codice di procedura civile (terzo, quarto, quinto e settimo comma dell'articolo 545) e dal DPR 602/73 (articolo 72 ter).

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento del conto corrente del debitore su cui affluiscono la pensione o lo stipendio in parole semplici.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.