I debiti personali del coniuge

I beni della comunione oltre a garantire primariamente i debiti della famiglia, in via sussidiaria garantiscono, nei limiti della quota dell'obbligato, i debiti contratti personalmente dal coniuge, conclusi senza il consenso dell'altro ed eccedenti il patrimonio personale del coniuge debitore.

Per il criterio di sussidiarietà della responsabilità gravante sui beni della comunione, l'esecuzione sui beni della comunione per debiti personali di un coniuge non può intraprendersi prima della negativa o insufficiente escussione del patrimonio personale del coniuge obbligato. Viene, tuttavia, generalmente escluso che possa essere fatto carico al creditore procedente non solo di esperire preventivamente e con esito negativo l'azione esecutiva sui beni personali del coniuge obbligato, ma anche di compiere indagini; si ritiene che sia il coniuge non debitore a dover eccepire l'esistenza di beni personali dell'altro coniuge, da aggredire preventivamente.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i debiti personali del coniuge.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • salvocan 6 agosto 2014 at 00:13

    Ho bisogno di chiarimenti in merito alla Separazione legale dei beni, avvenuta dinnanzi al Notaio e registrata nell'atto di matrimonio. nel caso il fisco o qualsiasi creditore presenta istanza di pignoramento, ne risponde anche l'altro coniuge?

    • Simone di Saintjust 6 agosto 2014 at 05:14

      Il coniuge in regime di separazione dei beni non risponde delle obbligazioni sottoscritte dall'altro coniuge prima del matrimonio. Non risponde delle obbligazioni sottoscritte dall'altro coniuge successivamente alla registrazione dell'atto con cui viene adottato il regime patrimoniale di separazione dei beni. Ancora, il coniuge non debitore non risponde dei debiti contratti dall'altro coniuge nel periodo in cui era vigente il regime di comunione dei beni, purché i debiti siano riconducibili ad uso personale o ad attività professionale dell'altro coniuge.

      Il coniuge non debitore può rispondere delle obbligazioni sottoscritte dall'altro coniuge a partire dalla data di matrimonio ed indipendentemente dal regime patrimoniale adottato per la gestione dei beni, se il debito è stato acquisito per far fronte ad esigenze familiari.

      In pratica, solo per portare un esempio, di un finanziamento destinato a coprire le spese necessarie ad un corso di studi all'estero per un figlio, ne rispondono entrambi i coniugi, indipendentemente da chi abbia sottoscritto il contratto e dal regime patrimoniale dei beni adottato.