No pignoramento del veicolo ma piuttosto pignoramento dello stipendio per prestito non rimborsato

La cosa più probabile, vista la situazione complessiva, è un tentativo di pignoramento dello stipendio (se Lei è un lavoratore dipendente a tempo indeterminato), Suo o di un eventuale garante.

In mancanza di stipendi aggredibili, un'ipoteca di secondo grado potrebbe essere accesa sia per garantire il rientro dal credito, sia per farLe pressione psicologica ai fini del rientro.

Dubito tuttavia che, in quest'ultima ipotesi, la finanziaria attivi in tempi brevi la garanzia ipotecaria.

Se riuscisse a portare avanti senza conseguenze l'insolvenza, il credito sarà con ogni probabilità ceduto a società terze cessionarie.

In questo caso potrebbe riuscire ad intavolare buone trattative, anche ottenendo stralci superiori a quello già offertoLe, tuttavia tirare troppo la corda potrebbe essere controproducente, la Sua proprietà immobiliare La espone a forti rischi.

30 ottobre 2012 · Lilla De Angelis

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su no pignoramento del veicolo ma piuttosto pignoramento dello stipendio per prestito non rimborsato. Clicca qui.

Stai leggendo No pignoramento del veicolo ma piuttosto pignoramento dello stipendio per prestito non rimborsato Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 30 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 17 dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca