Il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i Suoi debiti sono di cospicua entità

Mio padre è deceduto un mese fa, io abito in un'altra regione e ho grossi problemi economici, il quinto dello stipendio trattenuto e una famiglia da mantenere,mio marito è disoccupato da tre anni, mio padre lascia solo la casa dove abitava con mia madre, ho tre sorelle e il notaio ha consigliato a mia sorella di farmi fare una rinuncia all'eredità a me e a mio figlio di 18 anni per evitare il pignoramento dell'abitazione, io abito in toscana, mio padre in puglia, possono veramente arrivare a pignorare l'abitazione e mettere a rischio la casa che per 2/3 è di mia madre e per 1/3 è mia e delle mie due sorelle

Il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i Suoi debiti sono di cospicua entità. Potrebbe essere pignorata solo la Sua quota di proprietà, ma in talune circostanze potrebbe essere pignorata anche l'intera proprietà del bene, salvo liquidare le quote degli altri proprietari dopo la vendita. Il suggerimento di rinunciare all'eredità ha pertanto un senso, ma pensi che nemmeno la rinuncia la mette al riparo al 100%, in quanto in linea teorica i creditori che se ne accorgessero potrebbero impugnare l'atto di rinuncia e chiederne la revoca.

Per fare una domanda  sul sovraindebitamento, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull'usura e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

21 marzo 2010 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il pignoramento dell'abitazione è un'eventualità possibile, specie se i suoi debiti sono di cospicua entità.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Anonimo 14 febbraio 2011 at 09:49

    Mio marito ha fatto un ufficio in casa di mia proprietà .Ha una partita IVA e fra pochi mesi all'età di 18 anni coinvolgerà anche il figlio con partita IVA Svolge un'attività , ma sono più le spese che gli introiti.
    Qualora io morissi e il figlio diventasse erede possono pignorarmi la casa. Come tutelarci visto che anche se non ho dato il consenso mio marito ha già la sede fiscale dove ho l'appartamento?

    • cocco bill 14 febbraio 2011 at 10:27

      Ciao Anonima. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2