Piano di ristrutturazione debiti - omologazione ed esdebitazione

I requisiti per chiedere la ristrutturazione del debito ed ottenere l'esdebitazione

Molti debitori, pur avendo la volontà di mettere disposizione dei creditori l’intero patrimonio e le risorse reddituali non strettamente connesse alla sopravvivenza del proprio nucleo familiare, non possono liberarsi dei debiti accumulati nel tempo. Peraltro, le azioni esecutive avviate nei confronti del debitore sovraindebitato risultano, quasi sempre, inefficienti in [ ... leggi tutto » ]

Ristrutturazione del debito - Come si avvia la procedura

La proposta di ristrutturazione del debito va depositata presso il Tribunale in cui il debitore ha la residenza ovvero la sede. Il debitore deve altresì allegare la documentazione seguente: l'elenco di tutti i creditori, con il dettaglio puntuale delle somme dovute a ciascuno; l'inventario dei beni di proprietà del [ ... leggi tutto » ]

I debiti esclusi dalla possibilità di rimborso parziale per i quali è prevista solo una dilazione

Sono esclusi dalla possibilità di rimborso parziale, i crediti relativi ai tributi costituenti risorse proprie dell'Unione europea, all'imposta sul valore aggiunto, alle ritenute operate e non versate, ai contributi dovuti per le forme di previdenza e assistenza obbligatorie. Il piano di ristrutturazione deve prevedere il loro integrale rimborso, anche [ ... leggi tutto » ]

Come procedere alla redazione del piano di ristrutturazione - Il ruolo degli Organismi di Composizione delle Crisi (OCC)

Il debitore, per elaborare il piano di ristrutturazione del debito da presentare all'omologazione giudiziale, può chiedere supporto ad uno agli Organismi di Composizione della Crisi da sovraindebitamento (OCC) con sede nel circondario del Tribunale competente per territorio ed iscritto nell'apposito Registro istituito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF). [ ... leggi tutto » ]