Phishing e criminalità informatica » Occhi aperti

Per non cadere nelle trappole del phishing e dei cyber-criminali, vi consigliamo di seguire questi semplici suggerimenti:

  • Non selezionare collegamenti che chiedono informazioni: Le e-mail di phishing stanno riempiendo le caselle di posta in ogni parte del mondo. Alcuni segni rivelatori da tenere d'occhio per individuarle comprendono l'uso di forme di cortesia generiche quali ad esempio, Gentile proprietario del conto, abbinate ad avvertimenti intimidatori che spingono ad agire immediatamente. In genere affermano anche di provenire dal tuo istituto finanziario. È probabile che chiederanno di inviare nuovamente o confermare la tua password. Magari anche il tuo numero di conto. Ma, indipendentemente, da quanto possa sembrare autentica l'e-mail, non rispondere mai. Invece di selezionare un collegamento in un'e-mail o in una pubblicità online, digita l'indirizzo della banca o dell'istituto finanziario direttamente nella riga dell'indirizzo del tuo browser. Transazioni bancarie e acquisti online sono operazioni sicure, ma è necessario controllare che il sito con cui interagisci sia effettivamente quello della tua banca e non una trappola. Se si verifica qualche problema di accesso al tuo account, contatta prima di tutto la banca o l'azienda della carta di credito e chiedi se vi sono problemi con il tuo conto. Chiedi inoltre di reimpostare la password. La questione da tenere presente è che non vi è alcun motivo per cui una banca invii un'e-mail per chiedere informazioni sul tuo conto. Dopo tutto, tali informazioni sono già in loro possesso. Perché l'azienda non dovrebbe semplicemente telefonarti?
  • Fai attenzione agli URL nascosti: Se un'e-mail ti chiede di fare clic su un collegamento, tieni presente che l'URL potrebbe essere diverso da quello che credi. In questo risiede il potenziale di una truffa. Alcuni collegamenti possono essere abbreviati utilizzando siti che riducono gli URL (o Uniform Resource Locator, l'indirizzo WWW che utilizzi per visitare i siti Internet) lunghi in indirizzi più brevi e facili da gestire. Si tratta di un servizio utile e legittimo che però può essere utilizzato da persone malintenzionate per nascondere la destinazione reale di un collegamento. Altri URL possono apparire legittimi, ma una sottile differenza di un carattere o un semplice spazio sono sufficienti per condurti su un sito di phishing. Fai attenzione. Non rispondere mai a un'e-mail con i tuoi dati finanziari o personali.
  • Cambia periodicamente le tue password: Sì, lo sappiamo. Memorizzare ogni volta nuove password può essere una seccatura. Tuttavia è indispensabile per rimanere sicuro online. Troppi di noi si affidano a password facili da indovinare e le utilizzano per anni. Abbandona quanto prima questa pessima abitudine. Crea password che utilizzano lettere e numeri con una combinazione di caratteri maiuscoli e minuscoli. Pensi che non riuscirai mai a ricordarle? Un sistema valido e sicuro di gestione delle password può aiutarti ad alleviare la seccatura tenendo traccia di tutti i tuoi dati di accesso e proteggendoli da occhi indiscreti. Ricorda: un maggiore livello di complessità garantisce una maggiore sicurezza, fattore particolarmente importante per i siti finanziari.
  • Controlla regolarmente i tuoi estratti conto: La lettura degli estratti conto mensili non è certamente appagante come quella dell'ultimo bestseller, ma dedicare qualche minuto a questa attività può risparmiare ore di grattacapi in seguito. Verifica se sono presenti addebiti sospetti. In caso affermativo, indaga immediatamente. Spesso, questi addebiti trovano giustificazioni legittime, come una spesa del coniuge, un acquisto dimenticato o altro. A volte però non lo sono ed è necessario avvisare subito la banca o l'azienda della carta di credito.
  • I criminali informatici contano sulla compiacenza delle persone: Non cadere nella loro trappola. Se le tue informazioni sono state rubate, la cosa migliore è denunciare l'accaduto il prima possibile. Ad esempio, negli Stati Uniti per ottenere maggiori informazioni su come procedere è disponibile il sito Web della Identity Theft della Federal Trade Commission. In Italia puoi consultare il sito della Polizia Postale o rivolgerti alle associazioni per la tutela dei consumatori.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su phishing e criminalità informatica » occhi aperti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.