Per quanto tempo i dati vengono conservati nelle banche dati dei cattivi pagatori?

Ho chiesto un mutuo e la banca mi ha domandato spiegazioni per un ritardo relativo  al pagamento di 6 rate relative ad un finanziamento.

Allora ho pagato subito le 6 rate ed ho anticipato in un'unica soluzione le 14 rate che restavano.

Come fare a chiedere l'immediata cancellazione dalla banca dati dei cattivi pagatori?

Non si può ottenere subito la cancellazione.

In base al tipo di rapporto di credito si registrano tempi di conservazione diversi:

  • le richieste di finanziamento vengono conservate per 6 mesi (1 mese in caso di rifiuto o rinuncia al finanziamento) dalla richiesta;
  • le morosità di due rate (o mesi) poi sanate sono visibili per 12 mesi dalla data di regolarizzazione; le morosità superiori a due rate (o mesi) poi sanate sono visibili per 24 mesi dalla data di regolarizzazione;
  • le morosità mai sanate rimangono visibili per 36 mesi dalla scadenza contrattuale o dall'ultimo aggiornamento;
  • tutte le altre informazioni positive (che indicano, cioè, il pieno rispetto del piano di rimborso del finanziamento) rimangono visibili per 36 mesi dalla cessazione del rapporto o di scadenza del contratto o dal primo aggiornamento del mese successivo a tali date.

Quindi, nel tuo caso, ci vorranno 24 mesi  dalla regolarizzazione del pagamento, ovvero da quando hai pagato l'ultima rata in ritardo.

Il pagamento in anticipo non dà luogo a sconti di pena.

Anzi ti dirò di più. La cancellazione avverrà sicuramente dall'elenco gestito dal CRIF, perchè così dispone la legge. Ma, a mio parere, sarà difficile che tu possa accedere in futuro a qualche forma di finanziamento.
Se invece ci riesci fammelo sapere, che è sempre buona norma rivedere le proprie convinzioni.

30 ottobre 2008 · Ornella De Bellis

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su per quanto tempo i dati vengono conservati nelle banche dati dei cattivi pagatori?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Francesca 4 agosto 2010 at 16:37

    Salve, per colpa del datore di lavoro di mio marito che da marzo 2009 ha cominciato a pagare in ritardo (cioè ogni tre mesi), non abbiamo potuto pagare più il mutuo che avava con suo fratello, e così risultano cattivi pagatori, appena siamo riusciti a metterci un pò a posto a suon di sacrifici, visto che sta ancora pagando di due mesi in ritardo, siamo riusciti a pagare le sei rate ed ora riusciamo a pagare reglarmente il mutuo, ora io so che dobbiamo aspettare due anni perchè le rate non pagate sono state sei, ma noi dovremmo comprarci la casa e quella venderla o intestarla complatamente al fratello, ma è possibile che qualcuno ci faccia il mutuo? daltronde non è stata colpa nostra per le rate non pagate. vi ringrazio.

    • cocco bill 4 agosto 2010 at 16:47

      Salve Francesca e benvenuta fra le cattive pagatrici divenute tali per colpa dei datori di lavoro dei propri mariti. La sua domanda, comunque, andrebbe inserita nella sezione "debiti e sovraindebitamento" di questo forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Lei potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 7 8 9