Per l'ufficiale giudiziario tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile

Per l'Ufficiale Giudiziario, tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile, a meno che l'effettivo proprietario non riesca a produrre fattura nominativa dell'acquisto del singolo bene.

Per risolvere il problema esistono diverse soluzioni.

Una soluzione potrebbe consistere nella sottoscrizione di un contratto di locazione dell'appartamento ammobiliato (con allegato inventario di arredi ed elettrodomestici concessi in comodato d'uso). Il contratto va, naturalmente, registrato.

In alternativa, prima che il debitore vi fissi la residenza, l'ospite può anche incaricare un tecnico (eventualmente un CTU del tribunale) per una perizia asseverata dalla quale si evinca lo stato dei luoghi alla data, producendo altresì un elenco dettagliato di quanto contenuto nell'appartamento.

Ancora, è possibile ottenere (la soluzione è fattibile quando il debitore non abbia vincoli di parentela con l'ospite) la registrazione in anagrafe di una scheda individuale per l'ospitato debitore. L'ospite e l'ospitato possono motivare la richiesta in ragione dell'instaurarsi, presso l'unità abitativa comune, di un rapporto di convivenza occasionale temporaneo e motivato da spirito di ospitalità.

L'unica cosa che il debitore non deve fare è quella di acquisire, senza alcun accorgimento formale, la residenza presso altri soggetti.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su per l'ufficiale giudiziario tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile. Clicca qui.

Stai leggendo Per l'ufficiale giudiziario tutto quanto presente nell'appartamento in cui risiede il debitore è pignorabile Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info