Pensione di reversibilità » Può essere pignorata? [Commento 1]

  • susy77 12 marzo 2015 at 21:25

    Salve, mio padre é morto 9 mesi fa e ha lasciato oltre la casa dove vive mia madre, ex casalinga e che sta prendendo la pensione di reversibilità di 500 euro, anche dei debiti con la findomestic per 5000 euro con data sottoscrizione 02.2003 e 2000 euro senza data nel contratto ma che dovrebbe essere del giugno 2006. Mio padre inizialmente aveva pagato anche delle cambiali ma non ha mai terminato il pagamento.lo scorso anno prima di morire aveva inviato una offerta di 500 euro per chiudere tutto ma non hanno mai risposto .oggi si è presentato a casa uno per la riscossione e mia madre le ha detto della morte di mio padre. Volevano un anticipo e le hanno parlato di pignoramento. Chiedo un consiglio su cosa fare. I crediti sono ancora validi.possono pignorare beni o la pensione? Dobbiamo pagare io e mia madre. Con questa pensione e gli ulteriori debiti (equitalia) mia madre non può farcela. Grazie

    • Ludmilla Karadzic 12 marzo 2015 at 21:52

      Chi accetta l'eredità, eredita anche i debiti. Tuttavia, una pensione di 500 euro è impignorabile, corrispondendo al minimo vitale.

      La casa potrebbe essere ipotecata, ma occorre chiedere un decreto ingiuntivo ed anticipare spese legali e di iscrizione che spesso le società di recupero non sono disposte a sostenere per crediti che potrebbero non riscuotere mai. Iscrivere ipoteca significa solo che al momento della eventuale vendita il debitore deve rimborsare quanto dovuto al proprio creditore: certo, in via teorica, potrebbe rappresentare l'anticamera dell'espropriazione, ma anche in questa ipotesi remota le spese da sostenere per il creditore sono esorbitanti e, comunque, prima della vendita all'asta la legge consente di poter estinguere il debito.

      Intimorire il debitore è la pratica più diffusa fra gli addetti al recupero crediti. Io attenderei gli eventi. Fra qualche tempo, presumibilmente, la società di recupero crediti addiverrà a più miti consigli quando capirà che il debitore non si lascia prendere dalla paura.

1 2 3

Torna all'articolo