Pedaggi autostradali: sconti per i pendolari - Ecco come usufruirne

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

1. Autostrade e pedaggi » Fino al 31 dicembre 2015 ancora validi gli sconti per i pendolari che utilizzano Telepass
2. La panoramica sugli sconti per i pedaggi autostradali a beneficio dei pendolari
3. Quali sono gli utenti pendolari che hanno diritto agli sconti sui pedaggi e quali no
4. Come ottenere lo sconto del 20% sui pedaggi autostradali se si è pendolare
5. Altre informazioni utili per il pendolare che usufruisce degli sconti sui pedaggi autostradali

Autostrade e pedaggi » Fino al 31 dicembre 2015 ancora validi gli sconti per i pendolari che utilizzano Telepass

A partire dal 1 Febbraio 2014, fino al 31 dicembre 2015, sono validi degli sconti sui pedaggi autostradali per i pendolari in possesso dello strumento Telepass: vediamo come accedervi e come usufruirne.

E’ operativo dallo scorso 1° febbraio 2014, e durerà sino al 31 dicembre 2015, lo sconto sui pedaggi autostradali per i pendolari.

Il Ministero dei trasporti, infatti, aveva reso noto che, grazie ad accordi stipulati con le concessionarie autostradali, dal 25 Febbraio 2014 e fino al 31 dicembre 2015, i lavoratori pendolari che utilizzano l'autostrada per raggiungere il posto di lavoro potevano presentare una domanda per fruire di sconti proporzionali al numero di viaggi effettuati in un mese.

Ma quali sono i requisiti per fruire degli sconti?

Qual è la procedura corretta per accedervi?

Vediamolo nei paragrafi successivi.

La panoramica sugli sconti per i pedaggi autostradali a beneficio dei pendolari

Autostrade e pedaggi: la panoramica sugli sconti per i pedaggi autostradali a beneficio dei pendolari in possesso del Telepass.

I lavoratori pendolari che utilizzano l'autostrada per raggiungere il posto di lavoro possono presentare una domanda per fruire di sconti proporzionali al numero di viaggi effettuati in un mese.

Il primo requisito necessario e' essere utenti Telepass e non percorrere, per ciascun viaggio, più di 50 chilometri. La convenienza maggiore riguarda chi utilizza l'autostrada tutti i giorni, facendo da 41 a 46 viaggi mensili (due viaggi al giorno, di massimo 50 km l'uno, per 21/23 giorni lavorativi).

Gli sconti, come accennato, sono cominciati a partire dal 1 Febbraio 2014 e saranno fruibili fino a fine 2015. Il primo accredito viene calcolato dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.

Lo sconto e' espresso in percentuale sul pedaggio, proporzionato rispetto al numero di viaggi (la lunghezza non conta, fermo restando il tetto di 50 chilometri per viaggio):

Il calcolo dello sconto avviene a fine mese, con applicazione nella prima fattura Telepass successiva. L'importo sara' calcolato dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.

Ricordiamo che lo sconto e' applicato per massimo due viaggi giornalieri (andata e ritorno), compresi quelli fatti nei giorni festivi e non e' cumulabile con altre agevolazioni tariffarie inerenti il pedaggio.

I soggetti beneficiari sono quelli che:

Per fruire del beneficio deve essere presentata telematicamente una domanda di registrazione presso l'ufficio o sul sito della concessionaria interessata, come ad esempio Autostrade S.p.a.

Viene scelto il percorso utilizzato con indicazione dei caselli di entrata e di uscita. Per il sistema aperto dovrà essere indicato il casello o la barriera di attraversamento.

Quali sono gli utenti pendolari che hanno diritto agli sconti sui pedaggi e quali no

Definizioni di utenti pendolari e non nell'ambito della promozione per accedere agli sconti sui pedaggi autostradali.

Ai fini della promozione per l'agevolazione degli utenti pendolari è bene notare che si intendono per Utenti Pendolari tutti i possessori di apparati Telepass Family, abbinati a persone fisiche e a veicoli di classe A, che per raggiungere il posto di studio o di lavoro dalla propria residenza o domicilio utilizzino in entrambe le direzioni di marcia il sistema autostradale in un determinato tratto.

Per veicolo di Classe A si intende un'autovettura di altezza inferiore o uguale a 1,3 metri (misurata all'asse anteriore).

Ai fini della promozione sui pedaggi, al contrario, si intendono per Utenti Non Pendolari tutti i possessori di apparati Telepass abbinati a persone fisiche e giuridiche che, indipendentemente dalla classe del veicolo in loro possesso e dalla tipologia del contratto Telepass, intendano percorrere in entrambe le direzioni di marcia, anche occasionalmente e per qualsiasi motivo, il percorso predefinito ricompreso tra due percorrenze.



Come ottenere lo sconto del 20% sui pedaggi autostradali se si è pendolare

Vi spieghiamo la procedura corretta per ottenere lo sconto del 20% sui pedaggi autostradali se si è pendolare.

Lo sconto fino al 20% sulle autostrade dei pedaggi effettuati dai pendolari è proporzionale al numero dei viaggi compiuti nell'arco del mese. Si ha diritto allo sconto dell'1% a partire dal 21° tragitto fino al massimo sconto del 20% da 40 a 41 pedaggi.

Lo sconto autostrada pendolari è solo per pedaggi pagati con Telepass, ossia, per i soli pendolari con contratto Telepass sia family che business, oppure ricaricabile esclusivamente su veicoli di classe A. Il Telepass è un sistema di pagamento elettronico del pedaggio autostradale, che consente di pagare senza doversi fermare al casello ma passando su corsie preferenziali che alzano la sbarra nel momento in cui viene riconosciuto il dispositivo collocato nell'auto.

Tale dispositivo elettronico, cioè una scatolina di plastica che viene attaccata con dell'adesivo sul vetro anteriore, capta il segnale Telepass mentre il veicolo passa nella corsia riservata, e senza doversi fermare, l'importo del pedaggio viene registrato e addebitato direttamente sul conto corrente bancario del titolare.

Per sottoscrivere un contratto Telepass e per usufruire dello sconto sui pedaggi autostradali per i pendolari, occorre ricordare che:

Per ritirare l'apparecchio Telepass, il pendolare può rivolgersi ai Punti Salt munito di documento di riconoscimento valido e carta Bancomat o Carta di Credito convenzionata. in caso di ritiro da parte di una persona diversa dall'intestatario, deve essere presentata una delega al ritiro e la copia del documento dell'intestatario del contratto.

Ai fini di applicazione dello sconto autostrada per i pendolari, l'utente una volta sottoscritto il contratto o se ne è già titolare, deve indicare sul sito Telepass, il percorso di andata e ritorno, nello specifico il casello di entrata e di uscita. L'indicazione del percorso, potrà essere effettuata a partire dal 25 febbraio 2014 e lo sconto pedaggio sarà retroattivo a partire dal 1° febbraio 2014 fino al 31 dicembre 2015.

Altre informazioni utili per il pendolare che usufruisce degli sconti sui pedaggi autostradali

Dopo aver avuto accesso al beneficio per gli sconti sui pedaggi, la situazione può cambiare a causa di alcuni avvenimenti: ecco tutto quello che c'è da sapere.

Se un utente cambia apparato Telepass deve rifare tutto da capo?

Se il contratto aperto rimane invariato (quindi intestato alla stessa persona e appoggiato alla stessa Banca), ma si rende necessario sostituire il vecchio apparato Telepass per malfunzionamento (es. batteria scarica), la quota di sconto maturata prima della sostituzione sarà automaticamente trasferita sul nuovo apparato.

Se un utente deve chiudere contratto per cambio Banca e devo aprirlo con un nuovo Istituto di Credito può usufruire degli sconti maturati prima del Cambio?

In caso di chiusura di un contratto in cui era attivo uno sconto e apertura di un nuovo contratto con il mantenimento dello stesso apparato Telepass, la quota di sconto maturato sarà trasferita automaticamente e non sarà necessaria una nuova sottoscrizione del modulo di richiesta sconto.

Diversamente, in caso di apertura di un nuovo contratto e sostituzione dell’apparato Telepass sarà necessaria apposita richiesta, presso un Centro Assistenza, della prosecuzione dello sconto attivato con il precedente contratto. La quota di sconto fino a quel momento maturata verrà quindi trasferita sul nuovo contratto.

Cosa succede in caso di furto dell’apparato Telepass?

In caso di furto dell’apparato – oltre a mettere in atto tutte le azioni previste dalle norme e dalle condizioni contrattuali – al momento della richiesta di un nuovo apparato presso un Punto Blu o Centro Servizi, si dovrà fare esplicita richiesta della prosecuzione dello sconto, eventualmente maturato con il precedente apparato.

Non sarà necessaria la sottoscrizione di un nuovo modulo di adesione.

Cosa deve fare un utente per cambiare percorso?

In questo caso è necessario annullare lo sconto in essere, compilando e inviando l’apposito modulo Disdetta –Modifica agevolazioni tariffarie presente sul sito web delle concessionarie, in seguito richiedendone uno nuovo secondo la normale procedura.

Lo sconto sarà valido a partire dal giorno in cui si effettua la nuova richiesta.

15 ottobre 2015 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

isee famiglia lavoro e diritto sostegno al reddito - contenuti obsoleti

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca