Patto di quota lite - La Suprema Corte a sezioni unite fa chiarezza

Cosa è il patto di quota lite

Il patto di quota lite è l’accordo che può intervenire fra avvocato e cliente in virtù del quale il primo percepisce, quale compenso per l’attività espletata, una quota del bene oggetto della lite, a risultato ottenuto. Secondo il Consiglio nazionale Forense è illecito l’accordo volto a spartirsi il ricavato [ ... leggi tutto » ]

I compensi dell'avvocato devono essere sempre proporzionati all'attività svolta

In ogni caso, tuttavia, anche se concordati con la pattuizione di quota lite, i compensi devono essere proporzionati all'attività svolta. Lo stesso codice deontologico forense vieta all'avvocato di presentare una parcella rapportata a una domanda giudiziale il cui esito è quasi scontato a favore del proprio cliente e per [ ... leggi tutto » ]

Il Consiglio Nazionale Forense può valutare l'equità del patto di quota lite rispetto alla prestazione fornita al cliente

L'aleatorietà dell'accordo del patto di quota lite non esclude, a parere della Corte di cassazione, la possibilità di valutarne l'equità: se, cioè, la stima effettuata dalle parti era, all'epoca della conclusione dell'accordo che lega compenso e risultato, ragionevole o, al contrario, sproporzionata per eccesso rispetto alla tariffa di mercato, [ ... leggi tutto » ]