Impugnazione della sospensione della patente

La sospensione comminata con la sentenza penale può essere impugnata solo con l'impugnazione penale (appello, ove ammesso, o ricorso per Cassazione).

L'ordinanza di sospensione per misura cautelare amministrativa può essere impugnata con ricorso gerarchico al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti o con ricorso al TAR nei 60 giorni dalla notifica;

Nel caso di sospensione come sanzione accessoria ad illecito amministrativo (violazione del codice della strada) la stessa va impugnata con ricorso al giudice di pace entro 30 giorni dalla notifica.

Nei soli casi di sospensione relativa ad un illecito amministrativo (per esempio superamento dei limiti di velocità) e sempre che non sia derivato un incidente, il conducente può chiedere al prefetto l'autorizzazione alla guida laddove la patente sia estremamente necessaria per raggiungere, per esempio, il luogo di lavoro.

L'istanza, motivata e documentata, deve essere presentata entro cinque giorni dalla notifica del provvedimento.

Il Prefetto può autorizzare la guida in determinate fasce orarie per motivi di lavoro e comunque non oltre tre ore al giorno, se è impossibile o estremamente gravoso raggiungere il posto di lavoro con altri mezzi, neppure quelli pubblici.

14 febbraio 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca