Se la società erogatrice del servizio le ha proposto un piano di rientro per gli importi non corrisposti nel tempo, la risposta è no

Se la società erogatrice del servizio le ha proposto un piano di rientro per gli importi non corrisposti nel tempo, la risposta è no. Ha rinunciato agli interessi oppure li ha inglobati nel piano.

Se invece lei intende riferire che ha pagato spontaneamente, ma in ritardo, gli importi nominali delle forniture, allora è possibile la richiesta del pagamento a conguaglio degli interessi maturati da parte del fornitore.

Tenga presente che per le bollette relative ad utenze (gas, acqua, luce, telefono) e per gli oneri ad esse connessi (interessi per morosità) la prescrizione è quinquennale (articolo 2948 del codice civile) a partire dalla data di scadenza. Se le fatture sono oggetto di controversia (cioè se la società le ha contestato il ritardo e le ha contabilizzato gli interessi di mora) il termine di prescrizione è decennale.

20 settembre 2012 · Simonetta Folliero

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su se la società erogatrice del servizio le ha proposto un piano di rientro per gli importi non corrisposti nel tempo, la risposta è no.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.