Cartelle esattoriali e avvisi di addebito inps

La prescrizione della cartella esattoriale resta triennale per la tassa automobilistica e quinquennale per i tributi locali e i contributi previdenziali

19 novembre 2016 - Lilla De Angelis

I contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali non versati dal debitore sono iscritti in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per il versamento.  In caso di denuncia o comunicazione tardiva o di riconoscimento del debito, tale termine decorre dalla data di conoscenza, da parte dell'ente.  I contributi o premi dovuti [ ... leggi tutto » ]

Come funzionerà il prossimo condono delle cartelle esattoriali

18 ottobre 2016 - Ludmilla Karadzic

Il condono delle sanzioni per tasse e contributi non pagati e affidati al concessionario della riscossione entro il 31 dicembre 2016 Diciamo subito, a scanso di equivoci, che nella conversione in legge (avvenuta il 24 novembre 2016) del decreto fiscale 193/16 (che porterà alla chiusura di Equitalia entro luglio 2017) le cartelle esattoriali condonabili sono quelle affidate ad Equitalia (e ad [ ... leggi tutto » ]

Sempre scusabile l'errore indotto nel destinatario che impugna l'atto trasmessogli dalla Pubblica Amministrazione seguendo le istruzioni (errate) in esso contenute

19 gennaio 2016 - Paolo Rastelli

La clausola d'impugnazione, obbligatoriamente inserita in un accertamento fiscale o in una cartella esattoriale per la riscossione di sanzioni amministrative, produce l'effetto di far gravare interamente sull'autorità amministrativa le conseguenze del rischio di errore delle informazioni in essa contenute, attuandosi in tal modo la tutela dell'affidamento del destinatario nella [ ... leggi tutto » ]

Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale

13 gennaio 2016 - Lilla De Angelis

In tema di indebito previdenziale, l'Inps, salvo il diritto di chiedere la restituzione del pagamento non dovuto, può recuperare gli indebiti e le omissioni contributive anche mediante trattenute sulla pensione, in via di compensazione, col duplice limite che la somma oggetto di cessione, sequestro, pignoramento o trattenuta non superi la misura di un quinto della pensione, assegno o indennità [ ... leggi tutto » ]

L'ente previdenziale può notificare la cartella esattoriale al debitore anche se ha già ottenuto un decreto ingiuntivo

10 ottobre 2014 - Paolo Rastelli

Nessuna norma impedisce all'ente previdenziale di avviare la procedura di riscossione mediante iscrizione a ruolo ed emanazione della relativa cartella esattoriale, ancorché l'ente previdenziale abbia già ottenuto un titolo esecutivo giudiziale.  Il principio è stato affermato dalla Corte di Cassazione, con sentenza 21239/14.  Secondo quanto disposto dai giudici della Suprema Corte, [ ... leggi tutto » ]

Contributi previdenziali » giurisdizione competenza ed opposizione nelle procedure di riscossione coattiva

30 aprile 2014 - Paolo Rastelli

Le controversie inerenti il pagamento dei contributi degli esercenti la professione forense spettano alla giurisdizione del giudice ordinario ed alla competenza del giudice del lavoro, in quanto riguardano diritti ed obblighi che attengono ad un rapporto previdenziale obbligatorio e non ha carattere tributario.  I giudici di legittimità hanno avuto modo di affermare che, anche dopo la [ ... leggi tutto » ]

Avviso di addebito Inps » Suggerimenti per l'impugnazione

31 gennaio 2014 - Gennaro Andele

L'avviso di pagamento dell'Inps deve contenere alcuni elementi essenziali, pena la sua nullità.  Vi forniamo, quindi, alcuni suggerimenti per poterlo impugnare, sia per vizi di forma che di sostanza.  Che cos'è l'avviso di addebito dell'Inps L'avviso di addebito dell'Inps è l'atto attraverso il quale [ ... leggi tutto » ]

Fondo patrimoniale e debiti contributivi

26 dicembre 2013 - Ornella De Bellis

L'orientamento di alcune Commissioni Tributarie (C. T. R.  Piemonte sezione VI 21. 10. 2009 numero 54; C. T. P.  Grosseto, sez.  IV, 30-11-2009, numero 280; C. T. P.  Milano, sez.  XXI, 20-12-2010, numero 437; C. T. P.  Mantova, sez.  1, 10-06-2008; C. T. P.  Padova sez.  I del 20 gennaio 2011) sembra essere quello di escludere che i debiti per contributi previdenziali e assicurativi possano essere escussi con [ ... leggi tutto » ]

Sanzioni civili tributarie ed amministrative - trasmissibilità agli eredi

9 ottobre 2013 - Giorgio Valli

L'articolo 65, comma 1, del DPR 600/1973 (eredi del contribuente) recita gli eredi rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa.  Ma, per fortuna l'articolo 8 del D. Lgs 472/1997, concernente "disposizioni generali in materia di sanzioni [ ... leggi tutto » ]

Contributi INPS per collaboratori di impresa familiare - dovuti solo per chi presta attività regolare e costante

3 giugno 2013 - Ornella De Bellis

La consolidata giurisprudenza indica che, per quanto riguarda il valore ai fini probatori della natura del rapporto come autonomo o subordinato, il termine giuridico utilizzato per definire il rapporto dalle parti (ovvero la qualificazione data nell'atto notarile al rapporto instaurato tra i componenti della famiglia ed attraverso la dichiarazione dei redditi del titolare dell'impresa) può ben [ ... leggi tutto » ]