Sanzioni tributarie

Illecito tributario - Cumulo giuridico, cumulo materiale e principio del favor rei

10 novembre 2016 - Giorgio Valli

Nell'illecito tributario la legge prevede, in linea generale, l'applicazione di una sanzione amministrativa unica e ridotta (il cosiddetto cumulo giuridico) in luogo di quella derivante dalla somma delle sanzioni amministrative relative ai singoli illeciti (il cosiddetto cumulo materiale).  In particolare, la normativa vigente afferma che è punito con la sanzione amministrativa che dovrebbe [ ... leggi tutto » ]

Rottamazione delle cartelle esattoriali - Ecco quanto si risparmierà con il condono delle sanzioni civili e tributarie iscritte a ruolo

23 ottobre 2016 - Giorgio Valli

Secondo quanto previsto nella legge di conversione del decreto governativo 193/16le cartelle esattoriali condonabili (perché è inutile girarci intorno, si tratta di un vero e proprio condono delle sanzioni) sono quelle affidate per la riscossione coattiva entro il 31 dicembre 2016 [ ... leggi tutto » ]

Intrasmissibilità agli eredi delle sanzioni amministrative e tributarie - Cosa accade se il decesso del debitore avviene nel corso del piano di rateazione

3 settembre 2015 - Patrizio Oliva

La legge dispone che l'obbligazione al pagamento delle sanzioni amministrative e tributarie (restano escluse quelle civili irrogate dall'INPS) non si trasmette agli eredi: l'applicazione della norma è immediata per quel che riguarda le sanzioni amministrative (in particolare le multe per infrazione al Codice della strada) o le cartelle esattoriali originate esclusivamente da sanzioni [ ... leggi tutto » ]

Riforma del sistema sanzionatorio penale e amministrativo per frode fiscale

27 giugno 2015 - Giorgio Valli

Nell'ambito delle deleghe fiscali conferite al governo dalla legge 23/14, sono stati approvati, con il decreto 83/15, alcuni importanti provvedimenti in materia di riforma del sistema sanzionatorio penale e amministrativo per evasione fiscale, in particolare per quel che riguarda la frode, la dichiarazione infedele e l'omesso versamento dell'IVA.  Novità anche per quel che attiene il principio [ ... leggi tutto » ]

Imposte sui redditi e sul valore aggiunto - Quando gli atti dispositivi sui beni del debitore sono da considerarsi fraudolenti

17 aprile 2015 - Giorgio Valli

La legge sanziona, come è noto, chiunque, al fine di sottrarsi al pagamento di imposte sui redditi o sul valore aggiunto, ovvero di interessi o sanzioni amministrative relativi a dette imposte, aliena simulatamente o compie altri atti fraudolenti sui propri o su altrui beni, idonei a rendere, in tutto o in parte, inefficace la procedura di riscossione coattiva.  Per la sanzione, si richiede [ ... leggi tutto » ]

Omesso versamento dei tributi - Quando può essere invocata la causa di forza maggiore

18 marzo 2015 - Giorgio Valli

E' onere del debitore fornire la prova che non sia stato altrimenti possibile reperire le risorse economiche e finanziarie necessarie a consentirgli il corretto e puntuale adempimento delle obbligazioni tributarie; pur avendo posto in essere tutte le possibili azioni, anche sfavorevoli per il suo patrimonio personale, dirette a consentirgli di recuperare, in presenza di un'improvvisa crisi di [ ... leggi tutto » ]

Quanto costa la sanzione per omessa o infedele dichiarazione dei redditi

7 dicembre 2014 - Giorgio Valli

Per omessi, insufficienti o ritardati versamenti diretti (saldo, acconto, periodici) la sanzione amministrativa è pari al 30% dell'imposta dovuta e non pagata.  La sanzione è ridotta a 1/15 per ciascun giorno di ritardo, se il versamento è effettuato entro 15 giorni.  In caso di omessa dichiarazione dei redditi la sanzione amministrativa irrogata varia dal 120% al 240% delle imposte dovute, [ ... leggi tutto » ]

Le sanzioni amministrative tributarie

7 dicembre 2014 - Piero Ciottoli

La violazione di un obbligo tributario comporta l'applicazione di una sanzione, che può essere di due tipi: amministrativa o penale, a seconda che la violazione costituisca, in base alla legge, rispettivamente illecito amministrativo o illecito penale.  Le [ ... leggi tutto » ]

Ritardi con il fisco » Corresponsione degli interessi

5 maggio 2014 - Andrea Ricciardi

Il Fisco, purtroppo, usa due pesi e due misure quando si tratta di corresponsione degli interessi: quando il contribuente è in ritardo con i pagamento il tasso d'interesse è doppio, infatti, rispetto a quello in caso di rimborsi.  Il Fisco ha la mano pesante quando il debitore è in ritardo con i pagamenti, pretendendo sanzioni e interessi elevati, mentre, invece, sembra avere la mano leggera [ ... leggi tutto » ]

Dilazione INPS - controllare i calcoli e la misura delle sanzioni civili applicate

2 febbraio 2014 - Giorgio Valli

Dopo aver chiesto all'INPS il calcolo delle sanzioni civili relative ai contributi ancora dovuti per omissione contributiva, il debitore presenta istanza di dilazione, sottoscrivendola, senza nulla obiettare circa l'importo delle sanzioni ed anzi dichiarando di riconoscere in modo esplicito ed incondizionato il debito contributivo.  Accolta la domanda e pagato ratealmente il dovuto, il [ ... leggi tutto » ]