Impresa e responsabilità patrimoniale per i debiti tributari

Dichiarazione fiscale infedele e responsabilità penale dei soci amministratori di società in nome collettivo

24 dicembre 2015 - Giorgio Valli

Va innanzitutto premesso che le norme penali vigenti puniscono, per dichiarazione infedele, chiunque, al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, indica in una delle dichiarazioni annuali relative a dette imposte elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo od elementi passivi fittizi, quando, congiuntamente: l'imposta evasa é superiore, con riferimento [ ... leggi tutto » ]

Società di persone estinta - La notifica delle pretese dei creditori sociali

8 settembre 2015 - Paolo Rastelli

Dopo la cancellazione della società di persone dal registro delle imprese i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, e nei confronti dei liquidatori, se il mancato pagamento è dipeso da colpa di questi.  La domanda, se proposta entro un anno dalla [ ... leggi tutto » ]

Impresa familiare e trattamento fiscale - Come funziona

2 settembre 2015 - Giorgio Martini

Nel regolare i rapporti tra titolare dell'impresa familiare e suoi collaboratori, parenti e affini, quando tra questi non sia stato configurato un diverso rapporto (quale prestazione di lavoro subordinato, società, associazione in partecipazione o comunione di azienda), Il Codice civile (articolo 230 bis) prevede che ai collaboratori che prestino la loro attività lavorativa in modo continuativo [ ... leggi tutto » ]

Società di capitali cancellata da registro imprese - I soci rispondono delle obbligazioni sociali nel limite delle somme percepite in sede di liquidazione del bilancio finale

14 agosto 2015 - Roberto Petrella

Deve escludersi che la cancellazione della società per azioni dal registro della imprese, pur provocando l'estinzione dell'ente debitore comporti al tempo stesso la sparizione dei debiti insoddisfatti che la società aveva nei riguardi dei terzi.  Come risulta dal chiaro tenore testuale delle norme vigenti, la responsabilità dei soci di una società di capitali per le obbligazioni [ ... leggi tutto » ]

Cessione d'azienda e di ramo d'azienda - Dei debiti risponde l'acquirente o l'alienante?

1 luglio 2015 - Roberto Petrella

La regola generale prevede che nel trasferimento dell'azienda i creditori aziendali possono contare sulla responsabilità sia dell'alienante che dell'acquirente, entrambi obbligati in solido.  La previsione della solidarietà dell'acquirente dell'azienda nella obbligazione relativa al pagamento dei debiti dell'azienda ceduta è posta a tutela dei creditori, e non dell'alienante: sicché, essa [ ... leggi tutto » ]

Avviso di accertamento per evasione imposta di registro - legittima la notifica al notaio

3 giugno 2015 - Giorgio Valli

Per legge, il notaio che ha redatto l'atto ed ha richiesto la registrazione è obbligato (quale responsabile di imposta) in solido con la società (obbligato principale) al pagamento dell'imposta.  Ne deriva che legittimamente l'Agenzia delle entrate può notificare l'avviso di liquidazione al notaio dal momento che la normativa vigente prevede, in caso di obbligazione solidale, che [ ... leggi tutto » ]

Sovraindebitamento: le opzioni consentite dalla legge 3/2012 per ottenere l'esdebitazione » Una via d'uscita dal tunnel dei debiti

15 maggio 2015 - Andrea Ricciardi

La composizione delle crisi da sovraindebitamento: scopriamo una via di uscita dal tunnel dei debiti.  Una disposizione legislativa, non da tutti conosciuta, ovvero la legge 3/2012 ha, per la prima volta, introdotto nel nostro [ ... leggi tutto » ]

Composizione della crisi da sovraindebitamento per debiti di natura tributaria

12 maggio 2015 - Giorgio Valli

La legge numero 3/2012, afferente le disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento, ha introdotto una specifica normativa applicabile alle situazioni di crisi non assoggettabili alle procedure fallimentari; laddove per [ ... leggi tutto » ]

Anche la costituzione di un trust può essere sanzionabile se finalizzata esclusivamente ad evadere IRPEF ed IVA

6 maggio 2015 - Giorgio Martini

La legge sanziona, come è noto, chiunque, al fine di sottrarsi al pagamento di imposte sui redditi o sul valore aggiunto, ovvero di interessi o sanzioni amministrative relativi a dette imposte, per un ammontare complessivo superiore a 50 mila euro, aliena simulatamente o compie altri atti fraudolenti sui propri o su altrui beni, idonei a rendere in tutto o in parte inefficace la procedura di [ ... leggi tutto » ]

Cancellazione della società dal registro delle imprese - Effetti sui debiti tributari

6 maggio 2015 - Giorgio Valli

La cancellazione del registro delle imprese delle società di persone ne comporta l'estinzione, con il conseguente venir meno della loro capacità e soggettività.  Alla cancellazione della società di persone dal registro delle imprese segue un fenomeno di tipo successorio, in virtù dei quale: l'obbligazione della società non si estingue, ma si trasferisce ai soci, i quali ne [ ... leggi tutto » ]