Ordine di revoca del pagamento per assegno bancario o postale

La revoca del pagamento di un assegno - come funziona

Le legge stabilisce che l'ordine di non pagare l'importo facciale dell'assegno bancario, o postale, ha effetto solo dopo che sia spirato il termine di presentazione. La norma ha la doppia funzione di garantire la conservazione della provvista, a tutela dell'affidamento del beneficiario, quanto meno fino alla scadenza del termine [ ... leggi tutto » ]

La revoca del pagamento di un assegno - Prima e dopo la scadenza dei termini di presentazione

In altre parole, se la banca (o l'ufficio postale) rifiuta il pagamento dell'assegno al beneficiario, pur in presenza di liquidità sul conto corrente e sulla base di un preciso ordine di non pagare l'assegno impartito dal traente anche prima che siano decorsi i termini di presentazione del titolo, l'eventuale [ ... leggi tutto » ]

Assegno bancario e postale - Termini di presentazione all'incasso

Ricordiamo, a beneficio dei lettori, che il termine di presentazione è: 8 giorni, se l'assegno bancario è pagabile nello stesso comune in cui è emesso; 15 giorni, se l'assegno bancario è pagabile in un comune diverso da quello in cui fu emesso; 20 giorni, se l'assegno bancario è pagabile [ ... leggi tutto » ]