Obblighi contributivi facenti capo ad un lavoratore autonomo

Nel caso di obblighi contributivi facenti capo ad un lavoratore autonomo, è competente il tribunale, in funzione di giudice del lavoro, nella cui circoscrizione risiede l'attore; questo ai sensi dell'articolo 444, primo comma, del Codice di procedura civile (come modificato dall'articolo 86 del decreto legislativo 19 febbraio 1998 numero 51), atteso che il disposto del terzo comma della stessa norma (come modificato dall'articolo 86 citato), il quale, per le controversie relative agli obblighi "dei datori di lavoro", prevede la competenza territoriale del tribunale della sede dell'ufficio dell'ente creditore, non è suscettibile di applicazione estensiva o analogica all'infuori dei casi espressamente contemplati, introducendo un'eccezione al principio generale di cui al primo comma (Cassazione, sentenza del 9 novembre 2004, numero 21317).

4 giugno 2011 · Antonella Pedone

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su obblighi contributivi facenti capo ad un lavoratore autonomo. Clicca qui.

Stai leggendo Obblighi contributivi facenti capo ad un lavoratore autonomo Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 4 giugno 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 5 novembre 2016 Classificato nella categoria contenzioso e impugnazione di cartelle esattoriali originate da omesso o insufficiente pagamento di tributi e contributi . Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info