Debito non pagato » come opporsi alle scorrettezze dell'addetto al recupero crediti [Commento 5]

  • patrizia25 15 aprile 2013 at 15:07

    Buongiorno a tutti,
    oggi ho ricevuto una lettera da assicom, dove mi si intima di pagare la somma di 597 euro ENTRO 5 GIORNI, per alcune fatture non pagate a un fornitore, risalenti al 2011 quando avevo una piccola impresa individuale. Premetto che questi pagamenti sono andati insoluti in quanto in quel momento, causa difficoltà, non possedevo la cifra richiesta per poter pagare le Ri.ba. Successivamente ho chiuso la partita iva, e non ho più avuto alcuna comunicazione dalla azienda creditrice. Oggi ricevo questa comunicazione, in lettera semplice trovata nella casella, dove mi chiedono 442,82 euro pe le fatture arretrate, più 56 euro di interessi e di 98 euro a titolo di costi di recupero per un totale di euro 597,01. In caso contrario mi dicono che si rivolgeranno all'Autorità Giudiziaria con considerevole aggravio di oneri e spese. Io sarei disposta a pagare ma non l intera somma, potrei eventualmente pagare a rate.
    Cosa devo fare?
    Grazie mille,
    a presto

    • Annapaola Ferri 15 aprile 2013 at 17:06

      Le rispondo scrivendole cosa farei io. Poi lei si regola come meglio crede.

      Io comincio a pensare ad una eventuale regolazione extragiudiziale del contenzioso solo quando mi arriva una comunicazione di messa in mora con raccomandata AR.

1 3 4 5 6

Torna all'articolo