Quando la compagnia di assicurazione non può opporre al terzo danneggiato la falsità del certificato rc auto

Nel caso di sinistro stradale causato da veicolo in possesso di un certificato assicurativo formalmente valido, ma rilasciato dopo il sinistro e fraudolentemente retrodatato, tale falsità non è opponibile al terzo danneggiato quando essa provenga dall'agente per il tramite del quale è stato stipulato il contratto. In tal caso l'assicuratore, adempiuta la propria obbligazione nei confronti del terzo, avrà diritto di rivalsa nei confronti dell'intermediario infedele e di regresso nei confronti dell'assicurato.

Si tratta del principio di diritto enunciato dai giudici della Suprema Corte di cassazione nella sentenza 6974/16.

23 aprile 2016 · Giovanni Napoletano

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando la compagnia di assicurazione non può opporre al terzo danneggiato la falsità del certificato rc auto. Clicca qui.

Stai leggendo Quando la compagnia di assicurazione non può opporre al terzo danneggiato la falsità del certificato rc auto Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 23 aprile 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose . Inserito nella sezione tutela consumatori Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info