Omessa comunicazione dati conducente

Il ricorso al prefetto sospende l'obbligo di comunicare i dati conducente?

Ho ricevuto un'altra multa per questo, mentre è in atto il ricorso

Loro dovrebbero attenderne l'esito, ma è comune data la poca chiarezza del 126 bis se è necessario in ogni modo comunicare i dati. le pubbliche amministrazioni (ovvio) lo interpretano sempre in modo positivo elevando la conseguente sanzione ogni qualvolta uno non ottemperi a tale invito anche se ha presentato ricorso (gdp o prefetto).

Per fare una domanda agli esperti vai alforum

Per approfondimenti, accedi allesezioni tematiche del blog

27 agosto 2014 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su omessa comunicazione dati conducente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • filippo limongelli 15 febbraio 2015 at 21:35

    Buonasera vorrei chiedervi mi è stata recapitato un verbale per omessa comunicazione dei dati del conducente per la decurtazione dei punti andandomi ad informare presso la polizia trattasi di un verbale per eccesso di velocità il quale risulta notificato ma nella cassetta delle lettere non ho trovato nessuna ricevuta per ritirarlo sulla relata di notifica di esso risulta che il postino ha lasciato nella cassetta l'invito il 21 settembre 2015 come devo comportarmi posso intraprendere un ricorso da quanto ho letto sul vs sito per'altro molto interessante mi doveva arrivare una seconda raccomandata che il verbale sera stato depositato presso la casa comunale ma questo non è avvenuto come si fa a saperlo ? Nell'attesa di vs nuove porgo cordiali saluti

    • Ludmilla Karadzic 16 febbraio 2015 at 07:10

      Purtroppo, per quanto attiene la notifica degli atti a mezzo posta con raccomandata AR (senza l'ausilio del messo comunale o dell'Ufficiale giudiziario) non è più previsto l'invio di una seconda raccomandata informativa in caso di irreperibilità del destinatario. Fa fede, ed è sufficiente, quello che scrive il postino sulla ricevuta AR, che cioè è stato lasciato l'avviso di giacenza nella cassetta postale.

      Per cui, anche se il postino da casa non ci passa proprio e non inserisce alcun avviso nella cassetta postale del destinatario, la notifica si intende correttamente perfezionata.