Acquisto di prodotti falsi - il danno dopo la truffa

ATTENZIONE! E' necessario distinguere tra:

  1. acquirente in buona fede di un prodotto contraffatto;
  2. acquirente conscio della falsità del bene acquistato.

Nel primo caso il compratore acquista nella convinzione che il bene sia autentico. In questo caso, il compratore è vit­tima di una truffa: bisogna prestare attenzione al luogo di acquisto (spiaggia anziché negozio convenzionato) e al prez­zo (molto basso in relazione al tipo di prodotto che dicono di offrire).

Nel secondo caso, il con­sumatore che acquista in modo consapevole un bene contraffatto, deve sapere che può incorrere in sanzioni civili, penali o amministrative.

L'acquisto di prodotti contraffatti può com­portare rischi anche per la salute o la sicurezza.

I beni contraffatti, infatti, sono privi dei sistemi di sicu­rezza previsti dalla legge. Ancora maggiore è il rischio nel caso di ac­quisto di prodotti alimen­tari, farmaci, cosmetici o profumi.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su acquisto di prodotti falsi - il danno dopo la truffa. Clicca qui.

Stai leggendo Acquisto di prodotti falsi - il danno dopo la truffa Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 22 marzo 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - phishing e truffe . Inserito nella sezione tutela consumatori Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info