Prestiti al consumo - truffe e furto di identità

Il Pagamento rateale di oggi è diverso da quello che si poteva effettuare negli anni 60/70, quando il rapporto era diretto tra acquirente e venditore, con quest'ultimo che incassava l'importo stabilito mensil­mente.

Oggi il rapporto coinvolge tre soggetti: chi compra, chi vende e una società finanziaria.

Il venditore riceve imme­diatamente quanto gli spetta, il consumatore versa la rata mensile alla finanziaria.

Sembra semplice, ma i problemi non mancano.

Esempi: la merce è difettosa, oppure non viene consegnata: è impos­sibile sospendere il paga­mento. Sono stati sottoscritti due contratti e la società fi­nanziaria non ha responsa­bilità per gli inadempimenti del venditore.

Consiglio: rivolgiti a ven­ditori già conosciuti o pre­senti sul mercato da tempo: non potendo scegliere noi la società finanziaria, l'unica nostra tutela è nella scelta della società venditrice.

Il contratto di finanzia­mento non è chiaro:

  • esigi chiarezza sull'importo da finanziare, comprensivodi interessi, numero di rate, importo delle rate, TAN (Tasso An­nuo Nominale) e TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale);
  • non farti convincere solo dall'importo del­la rata (10 euro al mese, ma per quanti mesi?);
  • non fidarti del "tas­so 0": molto spesso cor­risponde a "0" il TAN, ma il TAEG (che com­prende tutte le spese per avere il finanziamento, per chiudere il conto, per l'assicurazione, ecc.) può essere assai oneroso;
  • con il finanziamen­to vengono forniti servizi non richiesti: è il caso delle carte di credito, gentilmente offerte per al­tri acquisti. Ma non sono gratuite: a volte hanno
    un costo mensile - non annuale come le carte di credito delle banche - e il TAN e il TAEG colle­gato al loro uso può es­sere diverso da quello del contratto di finanziamento concluso.  Questi servizi possono essere rifiutati; se sono "obbligatori" state con­cludendo un contratto con persone poco serieo poco preparate:cambiate venditore.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prestiti al consumo - truffe e furto di identità.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.