Mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi

L'articolo 148 del Codice civile prevede un procedimento speciale per ottenere in tempi rapidi la corresponsione del mantenimento per i figli.

Questo procedimento può essere azionato da "chiunque vi abbia interesse".

Potrebbero quindi ricorrere all'articolo 148 i seguenti soggetti:

  • ciascuno dei genitori, legittimi o naturali;
  • i figli maggiorenni, non ancora economicamente indipendenti (non per loro colpa);
  • in genere, chi contribuisce materialmente al mantenimento, come ad esempio eventuali altri ascendenti o addirittura l'istituto che si è preso cura del minore ricoverato.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi. Clicca qui.

Stai leggendo Mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 25 novembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria famiglia - affidamento e mantenimento dei figli . Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info