Coefficienti di redditività

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

  • industrie alimentari e delle bevande - il coefficiente di redditività è pari al 40%;
  • commercio all'ingrosso e al dettaglio - il coefficiente di redditività è pari al 40%;
  • commercio ambulante e di prodotti alimentari e bevande - il coefficiente di redditività è pari al 40% ;
  • commercio ambulante di prodotti diversi da alimentari e bevande - il coefficiente di redditività è pari al 54%;
  • costruzioni e attività immobiliari - il coefficiente di redditività è pari all'86% ;
  • intermediari del commercio - il coefficiente di redditività è pari al 62%;
  • attività dei servizi di alloggio e di ristorazione - il coefficiente di redditività è pari al 40%;
  • attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi - il coefficiente di redditività è pari al 78%;
  • altre attività - il coefficiente di redditività è pari al 67%;

11 gennaio 2015 · Piero Ciottoli

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info