Lo schema di contratto standard di assicurazione per la responsabilità civile auto

Per consentire al consumatore di orientarsi nella giungla delle polizze RC auto e dei servizi aggiuntivi (per lo più inutili) quasi sempre contestualmente proposti, è stato definito, con decreto del Ministro dello sviluppo economico (sentiti l'IVASS, l'ANIA e le principali associazioni del ramo) uno schema di "contratto standard" per la copertura base assicurativa dei danni connessi alla responsabilità civile auto.

Le compagnie saranno obbligate, appena definiti i regolamenti attuativi, ad offrire il contratto standard anche attraverso internet, indicando chiaramente il premio (che sarà comunque libero) per la polizza, omnicomprensiva delle coperture di base sufficienti ad adempiere all'obbligo di assicurazione obbligatoria. I servizi aggiuntivi, non strettamente funzionali alle prescrizioni di legge, dovranno essere elencati disgiuntamente ed analiticamente, insieme ai relativi costi.

Risulterà così meno arduo, per il consumatore, operare la scelta più aderente alle proprie esigenze e confrontare, in termini di convenienza economica e di tipologie di rischi coperti, i preventivi dei vari prodotti offerti dal mercato.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su lo schema di contratto standard di assicurazione per la responsabilità civile auto. Clicca qui.

Stai leggendo Lo schema di contratto standard di assicurazione per la responsabilità civile auto Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 20 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - polizze assicurative RC auto Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info