Il coerede non può donare la quota di un bene indiviso compreso nella massa ereditaria

La donazione di un bene altrui, benché non espressamente vietata, deve ritenersi nulla, a meno che nell'atto si affermi espressamente che il donante sia consapevole dell'attuale non appartenenza del bene al suo patrimonio.

Ne consegue che la donazione, da parte del coerede, della quota di un bene indiviso compreso in una massa ereditaria è nulla, non potendosi, prima della divisione, ritenere che il singolo bene faccia parte del patrimonio del coerede donante.

Questo il principio giuridico enunciato dai giudici della Corte Suprema nella sentenza 5068/16.

4 aprile 2016 · Marzia Ciunfrini

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il coerede non può donare la quota di un bene indiviso compreso nella massa ereditaria. Clicca qui.

Stai leggendo Il coerede non può donare la quota di un bene indiviso compreso nella massa ereditaria Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 4 aprile 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 14 gennaio 2017 Classificato nella categoria donazioni e comodati Inserito nella sezione giurisprudenza del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info